L’Inter vince di rigore a Vienna: Lautaro Martinez sigilla l’1-0

L’Inter ha vinto 1-0 in casa del Rapid Vienna nell’andata dei sedicesimi di Europa League, ipotecando la qualificazione agli ottavi.

I nerazzurri di Spalletti, reduci dal caos Icardi, hanno capitalizzato al meglio il rigore procurato e realizzato al 39′ dal suo sostituto Lautaro Martinez.

Nella ripresa un intervento del neocapitano Handanovic su Knasmullner ha salvato il risultato, mentre Nainggolan non è riuscito a trovare il raddoppio.

Luciano Spalletti ha rivolto il suo pensiero al prossimo incontro con il “ribelle” Icardi, in programma alla ripresa degli allenamenti ad Appiano. “Secondo me non ci saranno problemi, poi vedremo quando ci incontreremo”, ha detto l’allenatore nerazzurro. Sulla gara: “Potevamo fare meglio, ma abbiamo trovato una squadra che sta bene in campo e ha gamba, quando abbiamo perso palla sono stati pericolosi”.

Sulla prestazione di Nainggolan e Perisic: “Non siamo riusciti a trovare questi giocatori sulla via di mezzo, avevamo difficoltà a liberare gli spazi perché si appiattivano sulle due linee. Quindi è stato più facile saltargli addosso cercando i trequartisti. Buona prova, anche se magari non lucida nella costruzione delle trame”.

Intanto, Samir Handanovic ha indossato la fascia che era di Icardi e ha subito indicato la via da seguire all’Inter. “E’ stato inaspettato. Ogni giocatore è orgoglioso di essere il capitano di un club importante, ma si deve parlare dell’Inter e non dei singoli”, ha detto. Sulla vittoria: ” “Felice per il risultato soprattutto, è quello che conta. Poi se non prendiamo gol è una cosa in più che fa piacere a tutti. Dico che la difesa parte dall’attacco, il lavoro di tutti è importante. Non subire è importantissimo”.

A decidere il match in Austria, comunque, è stato ancora Lautaro Martinez, come a Parma. Sono contento per aver segnato di nuovo, abbiamo trovato la vittoria su un campo difficile. Felice di tornare in Italia con un risultato positivo. Il rigore? Uno vuole sempre calciare, ho preso la palla e ho segnato. L’altra volta avevo sbagliato, oggi invece è andata bene. Molto importante avere continuità: con il Parma ero partito in panchina, oggi titolare. Sono pronto a fare tutto quello che mi chiede il mister per il bene della squadra. Ora testa alla Samp, che è la prossima partita davanti ai tifosi. Poi penseremo al match di ritorno con il Rapid”, ha detto a Inter TV.

RAPID VIENNA-INTER 0-1
Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger 6; Potzmann 5,5, Sonnleitner 6, Hofmann 6, Bolingoli 6; Grahovac 5 (20′ st Knasmullner 6,5), Ljubicic 5,5; Thurnwald 5 (8′ st Schobesberger 5,5), Schwab 6,5, Ivan 6; Berisha 5,5 (39′ st Murg sv). A disp.: Knoflach, Muldur, Martic, Auer, . All.: Kuhbauer 6.

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6,5; Cedric 6, De Vrij 6,5, Miranda 6, Asamoah 5,5; Vecino 6, Borja Valero 5,5; Politano 6 (33′ st Candreva 6), Nainggolan 6,5 (36′ st D’Ambrosio 6), Perisic 6,5; Martinez 7. A disp.: Padelli, Ranocchia, Schirò, Nolan, Roric. All.: Spalletti 6.

Arbitro: Stieler (Germania)

Marcatori:  39′ rig. Martinez

Ammoniti: Sonnleitner, Hofmann, Berisha, Potzmann (R); Martinez, Cedric, D’Ambrosio, Candreva (I)

(Fonte Sportmediaset)

Rispondi