Il Toro si aggrappa a Sirigu: battuto l’Udinese 1-0

Un solo gol, ma tantissime emozioni allo Stadio Olimpico Grande Torino. Nella gara valida per il 23° turno di Serie A disputata questo pomeriggio, alla fine sono i granata a spuntarla grazie al primo gol italiano di Ola Aina, anche se l’Udinese – con un rigore fallito, un gol revocato e una traversa nel recupero – ai punti avrebbe sicuramente meritato il pareggio.

BOTTA E RISPOSTA – Il primo brivido del match arriva al 5′, quando un incredibile errore di Dijdji in fase di disimpegno regala palla a Pussetto che aggancia e calcia subito, trovando però un’ottima parata di Sirigu. La risposta dei padroni di casa è del 18′, quando Belotti incorna alla perfezione un corner dalla sinistra, ma Musso si esalta e mette la sfera sopra la traversa con un intervento magistrale.

OLA-GOL – Il Torino cresce alla distanza, prende fiducia e al 31′ sblocca meritatamente la sfida. A realizzare l’1-0 ci pensa Ola Aina, che segna di testa il suo primo gol in Serie A dopo un grande lavoro e un cross perfetto di Ansaldi dalla sinistra. Manovra esemplare dei due esterni di Mazzarri col nigeriano bravissimo a tagliare in area di rigore per colpire a rete.

REAZIONE BIANCONERA – La squadra di Nicola accusa il colpo e sbaglia troppi palloni, ma negli ultimi dieci minuti del primo tempo offre almeno una timida reazione. De Paul ci prova con un bel destro su punizione al 34′: provvidenziale il colpo di reni di Sirigu. Fofana cerca invece gloria con un tentativo dalla distanza al 44′, senza tuttavia inquadrare lo specchio della porta. Risultato finora giusto a Torino, dove i granata hanno reclamato pure un calcio di rigore a pochi secondi dal duplice fischio per un presunto tocco di mano in area di Stryger Larsen: nessun dubbio per il signor Guida e squadre dunque negli spogliatoi.

SI RIPARTE – Pronti-via ed è di nuovo il Torino a creare pericoli. Grande giocata sulla fascia sinistra di Berenguer, che al 47′ si libera e arriva a calciare in porta: troppo centrale, seppur molto potente, la sua conclusione, che Musso respinge coi pugni. È ancora l’ex Osasuna così a ispirare il suo connazionale e compagno di reparto al 56′ con un passaggio illuminante, ma Iago Falque in spaccata non riesce a indirizzare in rete da distanza ravvicinata.

ESPULSO MAZZARRI, SBAGLIA DE PAUL – Il Toro vive il suo momento migliore, alla disperata ricerca del gol del raddoppio, ma intanto perde mister Mazzarri. Il tecnico toscano non aveva digerito il rigore non assegnato nel recupero del primo tempo e, men che meno, un paio di interventi fallosi non ravvisati dal direttore di gara ai danni dei suoi giocatori. Fino al suo allontanamento, incredulo, per le eccessive proteste. Il nervosismo aumenta e in campo si vede da ambedue le parti tanta confusione. Situazione della quale potrebbe approfittare al 71′ l’Udinese: Djidji atterra vistosamente in area Okaka e Guida, dopo non aver ravvisato il fallo, decreta il rigore con l’aiuto del VAR. Sul dischetto si presenta De Paul, che si lascia però ipnotizzare da Sirigu: grande intervento del portiere granata, ormai un autentico para-rigori, e risultato quindi sempre sull’1-0.

DELUSIONE OKAKA – Spenta e sfiduciata, la compagine friulana riesce inaspettatamente a trovare il pareggio all’89’, quando Okaka insacca la sfera di potenza su passaggio di D’Alessandro dopo un errore di Ola Aina. Nicola e l’Udinese gioiscono, ma l’euforia dura solo pochi secondi: dopo aver consultato il VAR a lungo, l’arbitro decide infatti di revocare il gol a causa della posizione di fuorigioco di Lasagna, proprio davanti a Sirigu al momento del tiro dell’ex Watford. Una decisione che rende il finale di gara tutto da vivere, con sette infiniti minuti di recupero. L’ultima gigantesca palla-gol arriva addirittura al 98′, con De Paul che calcia a botta sicura su assist di Lasagna trovando però prima Djidji, poi Sirigu e infine la traversa. Alla fine la spunta così il Torino, anche se l’Udinese avrebbe senza dubbio meritato qualcosa in più. Da segnalare, al 97′, l’espulsione per doppia ammonizione di De Maio.

LA CLASSIFICA – Con questo risultato il Torino supera Fiorentina e Sampdoria portandosi all’ottavo posto in classifica a quota 34 punti. Sedicesima invece l’Udinese a sole 19 lunghezze e pericolosamente invischiata nella zona retrocessione.

Rispondi