Roma, pace fatta – per ora – con i tifosi: ma non corsa al biglietto Champions

Dopo la contestazione di ieri sera la tifoseria giallorossa si è svegliata più serena, dopo il pareggio con il Milan, ma ancora scettica.

I romanisti, scrive la Gazzetta dello Sport, aspettano prove più convincenti, ma soprattutto aspettano la Champions League. Eliminare il Porto e arrivare per il secondo anno di fila tra le prime otto d’Europa sembra l’unico modo per far dimenticare ai tifosi la disfatta di Firenze in Coppa Italia, trofeo che entusiasmava i romanisti molto più della lotta per il quarto posto.

Per adesso, sono oltre 40mila i biglietti venduti per l’andata contro il Porto del 12 febbraio.

La corsa al botteghino non c’è stata, nonostante i prezzi non altissimi, e la sensazione è che non ci sarà anche in caso di risultato positivo contro il Chievo.

Di certo, nei prossimi giorni sia Di Francesco sia i giocatori proveranno a chiedere, in via più o meno ufficiale, un aiuto ai tifosi nella delicata sfida di Champions.

Perché nonostante ieri la Roma sia cresciuta nella ripresa, a curva semivuota, l’assenza del cuore della Sud ha pesato. E anche tanto.

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Rispondi