Lucas Leiva segna il rigore decisivo e la Rai si mette le mani nei capelli….

La Coppa Italia è l’unica competizione calcistica trasmessa dalla Rai e la formula studiata ” dagli ingegneri” calcistici per consentire una discreta audience per un torneo che non interessa a nessuno (il cd porta ombrelli) è quella attuale, ovvero far entrare le prime 8 squadre italiane dagli ottavi che vadano ad eliminare le squadre fino ad allora sopravvissute per poi iniziare un mini torneo a 8 squadre dai quarti di finale in avanti.

Anche quest’anno è andata così.

Lo scopo della Lega calcio e della Rai quale è, secondo voi?

Far arrivare in semifinale con gare andata e ritorno (doppi incassi e doppio audience) la Juventus, il Milan, l’Inter e se possibile una fra Roma e Napoli perché sono le squadre che hanno più seguito fra le tifoserie.

Fino a due sere fa in Rai gongolavano pregustando un bel doppio derby Milan-Inter e un’altra grande semifinale Juventus-Roma, due grandi nemiche del calcio italiano.

E invece ora si ritrovano una semifinale Milan-Lazio e un’altra addirittura Atalanta-Fiorentina,

Vuoi mettere un bel Juve-Roma con Atalanta-Fiorentina i cui spettatori allo stadio messi insieme in due partite fanno a malapena mezza curva dell’Olimpico di Roma?

Vuoi mettere un bel doppio derby di Milano con un Milan-Lazio che si e no porterà allo stadio e in Tv meno della metà della gente che avrebbe portato l’Inter?

E poi la finale: arriverà una fra Atalanta e Fiorentina: in Rai, altro che strapparsi i capelli…

E la Supercoppa? Manco vale la pena andare in Qatar….

Rispondi