La Rai e il calcio: due rette parallele che non si incontreranno mai. Più importante Sanremo della Coppa Italia

La semifinale d’andata della Coppa Italia è stata fissata dalla Lega per il 26-27 febbraio, quella di ritorno per il 23-24 aprile. Come è facile capire, da un punto di vista esclusivamente calcistico la competizione è falsata. Non si possono giocare due partite così importanti e una legata all’altra a distanza di due mesi. Questo accade perché la Lega (cioè i club) prende ogni decisione non in base a ragioni calcistiche ma esclusivamente economiche. In questo caso è la Rai che decide e nell’unica settimana libera per le squadre, quella che va da lunedì 4 a sabato 9 febbraio, l’audience della prima serata è assicurato dal Festival di Sanremo. Baglioni-Bisio possono fare meglio di Chiesa-Zapata.

Ma almeno una delle due semifinali a questo punto si potrebbe salvare. Fiorentina e Atalanta non giocano nelle coppe europee, quindi si potrebbe fissare l’andata nella settimana della Champions e dell’Europa League (12-13-14 febbraio) e il ritorno regolarmente il 26-27 febbraio. Ci vuole il benestare dell’Uefa, ma la Lega potrebbe mettere la partita alle 19, quelle di Champions iniziano alle 21, e non ci sarebbe sovrapposizione. Al tempo stesso, la Lega dovrebbe risistemare il calendario degli anticipi e posticipi del campionato per non dare vantaggi né a Pioli, né a Gasperini. Ma forse è troppo complicato: alla Lega (ai club) bastano i soldi.

Rispondi