Roma, con quella di ieri son 5 rimonte subite: ben 8 punti gettati via

I giallorossi, con la rimonta subita ieri a Bergamo, si sono fatti rimontare per ben cinque volte in questa stagione in Serie A buttando via la bellezza di 8 punti: un bottino non da poco che ora avrebbe permesso alla truppa guidata da Eusebio Di Francesco di essere saldamente in zona Champions League, addirittura al terzo posto davanti pure all’Inter.

L’incredibile rimonta subita contro l’Atalanta, da 3-0 a 3-3 nel secondo tempo, è solo l’ultima follia stagionale dei giallorossi che già a settembre avevano sprecato un doppio vantaggio all’Olimpico contro il Chievo che era riuscito a portare via un punto pareggiando nel finale.

Lo stesso è accaduto a dicembre contro il Cagliari: clamorosa rimonta dei sardi che in dieci minuti nel finale vanificano i gol di Cristante e Kolarov.

Musica uguale anche nella recente Roma-Torino finita poi 3-2 per i giallorossi: questa volta a salvare la forma capitolina è stato un gol di El Shaarawy dopo che i granata erano riusciti a riportare in parità la gara ad inizio secondo tempo.

Ultima, ma non per importanza, è la mancata vittoria al San Paolo contro il Napoli che riesce a centrare l’1-1 al 90’ con Mertens dopo che la Roma si era difesa con ordine per oltre un tempo.

Il dato, abbastanza sconcertante, non è passato inosservato al tecnico Di Francesco che nel post partita di Bergamo ha parlato di ‘deficienze mentali’ della squadra.

La mancanza di concentrazione è sicuramente una delle cause delle tante rimonte ma l’aspetto tecnico non va sottovalutato.

Senza De Rossi la Roma fatica a palleggiare e abbassandosi troppo si espone ai continui attacchi degli avversari che a forza di spingere finiscono poi per far gol.

Anche la fase difensiva però è da rivedere: sono troppi i 29 gol subito fino ad ora frutto sia di errori di reparto sia di singoli.

La Roma deve al più presto risolvere i problemi appena esposti: da questi miglioramenti passa la conquista del quarto posto, traguardo fondamentale per continuare a guardare con fiducia al futuro.

(Fonte Sportmediaset)

Rispondi