Serie C: Matera, Pro Piacenza, Cuneo e Lucchese a un passo dall’esclusione del campionato: ecco cosa dice il regolamento

La scadenza del 30 gennaio è alle porte e Matera, Cuneo, Lucchese, Pro Piacenza non hanno presentato le fideiussioni richieste e sono, quindi, ad un passo dall’esclusione dai rispettivi campionati.

Alla prossima riunione del Consiglio Federale si deciderà di conseguenza ma il vice Presidente dell’Aic, Umberto Calcagno, è pessimista.

Queste le sue parole al riguardo: “stanno falsando il campionato: siamo a fine gennaio e non hanno ancora sanato una norma prevista dall’iscrizione alla Lega Pro. Studieremo tutti i tecnicismi possibili e immaginabili per escluderle dal campionato nel consiglio federale dal 30 gennaio”.

Al riguardo le norme da seguire sono quelle previste dall’articolo 53 delle NOIF ed i comma 3 e 4 che prevedono:

3. Qualora una società si ritiri dal Campionato o ne venga esclusa per qualsiasi ragione durante il girone di andata, tutte le gare in precedenza disputate non hanno valore per la classifica, che viene formata senza tenere conto dei risultati delle gare della società rinunciataria od esclusa.

4. Qualora una società si ritiri dal Campionato o da altra manifestazione ufficiale o ne venga esclusa per qualsiasi ragione durante il girone di ritorno tutte le gare ancora da disputare saranno considerate perdute con il punteggio di 0-3, ovvero 0-6 per le gare di calcio a cinque, in favore dell’altra società con la quale avrebbe dovuto disputare la gara fissata in calendario.

Alla luce della normativa richiamata, per le squadre eventualmente colpite dalla sanzione massima, vengono azzerate tutte le gare disputate nel girone di andata, rimangono omologate tutte le gare disputate nel girone di ritorno mentre quelle successive alla esclusione delle società saranno considerate vinte dai rispettivi avversari.

Naturalmente tutte le classifiche andrebbero rivisitate e ovviamente sconvolte sia nelle prime che nelle ultime posizioni.

Caos su caos.

Rispondi