Juventus, la 10 years challenge dei bianconeri

In questi ultimi dieci anni la Vecchia Signora ha cambiato tantissimo, dallo stadio alla dirigenza. unico rimasto Chiellini

Quante cose sono cambiate in casa Juventus dal 2009 a oggi? Seguendo l’ultima tendenza dei social andiamo a vedere come la Vecchia Signora si è rifatta il look.

STADIO

Nel 2009 non era ancora stato costruito lo Juventus Stadium, casa di tanti trionfi dal 2011 a oggi. All’epoca si giocava al più piccolo e freddo Comunale (28mila spettatori), mentre si demoliva lo storico Delle Alpi proprio per fare spazio allo stadio odierno.

PRESIDENTE

Al vertice della dirigenza c’era l’imprenditore lombardo Giovanni Cobolli Gigli e non Andrea Agnelli. Gli investimenti erano minori, a causa di un fatturato estremamente inferiore a quello di adesso.

ALLENATORE

Sulla panchina della Juventus sedeva Claudio Ranieri, che a fine stagione avrebbe lasciato lasciato il posto a Ciro Ferrara.

FORMAZIONE

I pali erano difesi da Buffon, in difesa c’erano Mellberg, Grygera, Molinaro oltre che Giorgio Chiellini.

A centrocampo trovavano spazio Salihamidzic, un giovane Marchisio, Poulsen, Tiago e l’attuale dirigente Nedved.

Il reparto offensivo era composto da Iaquinta, Del PieroTrezeguet e Amauri.

Il capocannoniere della squadra era il capitano Alessandro Del Piero (21 gol, di cui 13 in Serie A).

Spesso veniva aggregato alla prima squadra un giovane Ciro Immobile, attaccante della Primavera.

RISULTATI

Al termine della stagione 2009-2009, i bianconeri chiusero con un secondo posto, alle spalle dell’Inter . In Champions League furono eliminati agli ottavi di finale dal Chelsea di Drogba (1-0 a Londra, 2-2 a Torino).

SUPERSTITE

L’unico giocatore che in questi 10 anni è rimasto è Giorgio Chiellini. Sempre al centro della difesa juventina. Fino alla scorsa stagione anche Marchisio e Buffon hanno vestito la maglia della Juventus, ma in estate entrambi hanno lasciato Torino.

Piercarlo Cao

 

Rispondi