Roma: Cristante risponde alle domande dei tifosi:”Mi trovo bene nel nuovo ruolo, Roma piazza fantastica”

Al termine dell’allenamento, il centrocampista giallorosso Bryan Cristante ha risposto alle domande dei tifosi su Twitter:

I tifosi mi vogliono bene?
“Si percepisce subito il calore che c’è a Roma”.

Ti trovi bene in questo ruolo?
“Mi trovo bene, abbiamo trovato la nostra quadra, poi cerchiamo sempre di migliorare”.

Rapporto con il mister?
“Buono, come con tutti i giocatori. C’è una buona situazione di squadra”.

Perché ti è servito un po’ di tempo per entrare in forma?
“Non è mai facile quando si arriva in un ambiente nuovo, serve trovare le giuste distanze con tutto. Penso sia normale”.

Ambientamento?
“Funziona che cambi tipo di allenamenti, squadra, allenatore. Ogni cosa è diversa, poi si impara bene tutto”.

Quale centrocampisti ammiri?
“A me da ragazzino piaceva molto Lampard, faceva le due fasi, difendeva e segnava, era il centrocampista che guardavo di più”.

Idolo?
“Un idolo fisso no, però mi piaceva molto Lampard”.

Miglior calciatore con cui hai giocato? Avversario più forte?
“Ai tempi del Milan c’era Ibrahimovic, mi aveva impressionato molto a primo impatto, ho preso qualche strigliata da parte sua (ride). Da avversario, dico che inizialmente ti impressionano un po’ tutti, forse dico Messi perché mi ha fatto un certo effetto quando l’ho affrontato”.

Cosa ti ha regalato l’esperienza all’estero?
“Mi ha dato tanto, sono cresciuto molto al Benfica e sei obbligato, altrimenti sei tagliato fuori”.

Hai mai dubitato delle tue capacità?
“No, ho sempre pensato a lavorare. Poi è vero che ci sono stati ostacoli, ma tutto ciò ti aiuta a crescere per poi dare il massimo”.

Un ristorante buono a Bergamo per il 27 gennaio?
“Ci pensiamo (ride)”.

Cosa avresti fatto se non fossi stato calciatore?
“Non saprei”.

Segui altri sport?
“Guardo spesso la NBA, guardo un po’ tutte le partite che passano”.

Ascolti Drake?
“Sì”.

Avete una playlist con la squadra da ascoltare?
“Non ho una canzone preferita fissa, ascolto un po’ quello che passa, preferibilmente hip hop americana”.

Con chi ti trovi meglio fuori dal campo?
“Passo molto tempo con Jesus, però posso dire che è uno spogliatoio affiatato, c’è dialogo e conversazione con tutti. Anche nei momenti negativi, il gurppo aiuta a uscirne”.

Chi si veste peggio in squadra?
“Manolas, non ci sono dubbi”.

Supereroe preferito?
“Spiderman, vedo ancora qualche film”.

Miglior consiglio che hai ricevuto?
“Lavorare, è il consiglio più semplice e il più giusto”.

Che emozioni ti dà indossare questa maglia?
“Forti, la Curva Sud è speciale e lo dimostra sempre, poi c’è il fascino di Roma che dà qualcosa in più”.

Rispondi