Premier League, il Manchester United ora sa solo vincere: battuto anche il Tottenham

Probabilmente è nato un “nuovo” Manchester United, questa sera: dall’arrivo di Solskjaer aveva collezionato solo vittorie, 4 in Premier e una in coppa, ma contro avversari sulla carta inferiori.

Ora, giunto al primo test importante, contro un’altra big, lo United si è però rivelato all’altezza: 1-0 al Tottenham a Wembley, scalata in classifica iniziata andando ad agganciare l’Arsenal al quinto posto.

Per gli Spurs, invece, la vetta si allontana (9 punti) e il quarto ko in casa (sui 6 patiti in campionato) ora preoccupa.

Il Manchester United deve ringraziare Rashford, uno dei rigenerati da Solskjaer, suo il gol decisivo pochi secondi prima dell’intervallo su assist di Pogba (il quarto dopo l’addio di Mou), ma soprattutto De Gea, autore di una serie incredibile di parate tutte catalogabili alla voce “miracolo” senza timore di esagerare.

Il portiere spagnolo, sempre difeso da Mourinho, si oppone in ogni modo a Kane, Alli e compagni, che a tratti trasformano la partita in un tiro a segno verso la sua porta.

Parate d’istinto, con il corpo, allungando il piedone o in presa plastica: De Gea difende il risultato e sulle sue parate lo United costruisce una vittoria che dà morale a un gruppo già gasatissimo e che continua a volare.

Questo il tabellino della gara:

TOTTENHAM-MANCHESTER UNITED 0-1

45′ Rashford

TOTTENHAM (4-3-1-2): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Davies; Sissoko (43′ Lamela), Winks (81′ Llorente), Eriksen; Alli; Kane, Son. Allenatore: Pochettino

MANCHESTER UNITED (4-3-1-2): De Gea; Young, Jones, Lindelof, Shaw; Pogba (92′ McTominay), Matic, Herrera; Lingard (83′ Diogo Dalot); Rashford, Martial (72′ Lukaku). Allenatore: Solskjaer

Ammoniti: Alli (T), Pogba (M)

Annunci

Rispondi