Milan-Uefa, concluso l’incontro a Nyon: si cerca una mediazione per evitare il Tas

Si è concluso a Nyon l’incontro tra Ivan Gazidis e la Uefa.

L’a.d. del Milan aveva programmato per questa mattina un confronto con l’organo di governo del calcio europeo, per chiedere informazioni sui margini di manovra che il club di via Aldo Rossi avrà nel mercato di gennaio e – soprattutto – per ribadire la posizione rossonera sulla sanzione ricevuta per la violazione del Fair play finanziario nel triennio 2014-17.

Il ritorno al pareggio di bilancio entro il 2021 è un punto giudicato troppo penalizzante dal Milan, che non vuole vedere pregiudicate le chance di rafforzare la squadra con investimenti, per centrare quella qualificazione alla Champions League fondamentale per alzare i ricavi.

Secondo le prime indiscrezioni trapelate dalla Svizzera, il colloquio informale sarebbe stato orientato alla ricerca di una mediazione tra le parti.

Il tutto per evitare uno scontro frontale al Tas, a cui il Milan s’è rivolto per la seconda volta a fine dicembre, ritenendo la sanzione Uefa ancora “non proporzionata”. Arrivare a Losanna con un principio di accordo potrebbe rendere più disteso il clima, che altrimenti rischia di diventare incandescente.

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Rispondi