Supercoppa Italiana: il più inutile dei trofei e l’assurdo motivo per cui debba giocare il Milan…

Il 16 gennaio andrà in scena in Arabia Saudita la rappresentazione surreale dell’assegnazione di un grandioso trofeo: la Supercoppa Italiana!

Già il fatto che si giochi il 16 gennaio quando i campionati sono in sosta invernale e per di più in Arabia Saudita la dice lunga su quanto sia importante questa coppa.

Ma tant’è: la giocano Milan e Juventus e quindi via al tram tam mediatico che Queste due grandi squadre muovono.

Interviste, servizi sui giornali e tv, opinionisti che si sperticano in previsioni tattiche, probabili formazioni e via discorrendo…

Siamo seri: se la Coppa Italia è già di per se un portaombrelli figuriamoci quest’altra coppa: un portafiori…

Si perché anche qui qualcuno ci deve spiegare questo regolamento.

Perché la gioca il Milan? Questa coppa non devono giocarsela il vincitore del Campionato e il vincitore della Coppa Italia?

Il Milan quale delle due competizioni ha vinto l’anno scorso? Nessuna.

E allora perché gioca?

Si dirà: la gioca perché ha perso la finale di Coppa Italia contro la Juventus.

Proprio questo il punto: se ha perso la finale basta così.

E invece no: perdi la finale di Coppa Italia? Sei premiato perché vai a giocare la Supercoppa Italiana sempre contro chi ti ha battuto.

Una rivincita, in pratica….

Cosa ovvia – ma non remunerativa- sarebbe stato prendere che quando il vincitore del campionato e della Coppa Italia sia la stessa squadra il trofeo non viene assegnato oppure viene assegnato di diritto a quest’ultima.

Siamo seri: diciamo che questa coppa si gioca solo per soldi e basta.

Andate li, giocate, prendete i soldi e tornate in Italia: risparmiateci però il carro come mediatico e la solita manfrina ” abbiamo vinto un torneo, tanto in Italia solo tre cose si possono vincere…”

Noi ce ne andiamo a vedere un bel film!

Rispondi