Serie A, sicuro che questi giocatori “dimenticati” non servono a nessuno? Leggete chi sono…

Ogni squadra di Serie A ha i suoi desaparecidos, come li chiama la Gazzetta dello Sport.

Ma sicuro che questi calciatori dimenticati dagli allenatori e dai tifosi non servano proprio a nessuno?

Sono tanti e anche discretamente famosi e costosi.

Ecco chi sono:

Riccardo Montolivo: nella stagione in corso non è mai sceso in campo.

Solo una partita giocata, invece, per Mattia Caldara, arrivato al Milan con Higuain nell’operazione che ha riportato Bonucci alla Juventus.

Il suo scarso impiego, però, è anche dovuto agli infortuni subiti. Nessuna motivazione di tipo fisico dietro i soli 60 minuti in campo di Halilovic: l’attaccante croato non è proprio riuscito a convincere.

Candreva e Ranocchia: Se il difensore, chiuso dal nuovo acquisto De Vrij, oltre che da Skriniar e Miranda, non è mai sceso in campo finora, l’esterno ha visto il suo minutaggio calare gradualmente:In campionato Politano, Keita e Perisic sono ormai stabilmente sopra di lui nelle gerarchie di Spalletti.

Sono stati due degli acquisti estivi di Monchi: Pastore e Marcano, in modo diverso, si aspettavano probabilmente un girone d’andata differente, e i tifosi con loro.

Il trequartista argentino si è fermato al gol di tacco contro l’Atalanta nella seconda giornata di campionato: bello e illusorio. Da lì, solo un’altra rete (col Frosinone) e nessun’altra apparizione da titolare, anche a causa dell’infortunio subito al polpaccio. Il difensore Marcano, invece, si è dovuto accontentare di 4 presenze in campionato e 1 in Champions.

Solo in due forse si aspettavano di giocare di più nella Juventus: Spinazzola e Kean. Il primo non ha ancora giocato, pur essendosi ormai lasciato alle spalle la lesione al legamento crociato del ginocchio destro, mentre il secondo, chiuso dall’infinita batteria di uomini offensivi della rosa bianconera, ha disputato solo 14 minuti tra campionato e Champions.

Da Basta, una volta padrone indiscusso della fascia destra laziale e ora scalzato da Marusic e Patric, a Théréau, mai preso in considerazione da Pioli nonostante solo due stagioni fa avesse concluso il campionato a quota 12 reti.

Bomber dimenticato come Destro, impiegato col contagocce da Inzaghi a Bologna, o Lapadula, pagato in estate dal Genoa 13 milioni, ben più dei titolari Piatek e Kouamé.

Alto anche il prezzo del riscatto (obbligatorio) che la Sampdoria pagherà all’Udinese per Jankto, una delle rivelazioni dello scorso campionato: 15 milioni. Giampaolo l’ha impiegato per soli 294 minuti in campionato, ossia poco più di tre partite.

A Parma, invece, cerca riscatto Ciciretti, giocatore di proprietà del Napoli, mai titolare finora nella squadra gialloblù.

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Rispondi