Milan, dalle cessioni di Borini, Montolivo e Bertolacci arriveranno i soldi per il mercato di gennaio

Leonardo lo ha confermato: perché ci siano degli arrivi servono delle partenze, e proprio grazie alle operazioni in uscita i rossoneri potrebbero mettere da parte un tesoretto da poter reinvestire prima del 31 gennaio.

Gattuso ha bloccato la cessione di Calhanoglu e quindi il primo partente sarà Fabio Borini.

L’attaccante potrebbe andare in Cina perché lo Shenzhen lo corteggia con un triennale da 5 milioni netti a stagione ovviamente gradito (è il doppio di quanto Borini guadagna a Milano), ma c’è da trovare l’intesa con i rossoneri sul cartellino.

Le parti, scrive la Gazzetta dello Sport, non sono affatto lontane − i cinesi offrono tra i 6 e i 7 milioni di euro, il Milan ne chiede una decina – e l’affare potrebbe andare in porto, consentendo ai rossoneri di risparmiare su un ingaggio importante.

Altro denaro importante potrebbe arrivare dalle cessioni di centrocampo: Riccardo Montolivo e Andrea Bertolacci sono indiziati a salutare.

Montolivo piace al Genoa di Prandelli: è in scadenza a giugno, ma liberarsi anche in parte di uno stipendio che al lordo ammonta circa a 4,6 milioni significherebbe pompare ossigeno nei conti milanisti.

Stesso discorso per Bertolacci, che guadagna 2 milioni netti: proprio le cifre rotonde della sua busta paga avevano bloccato il ritorno al Genoa ad agosto.

(Fonte Gazzetta dello Sport)

Rispondi