India, altro che 16 anni! “L’astro nascente del calcio indiano” Gurav Mukhi di anni ne ha 28: scoperto e squalificato

il “16enne” Gourav Mukhi era diventato l’astro nascente del calcio indiano in occasione del 2-2 segnato, a dieci minuti dall’ingresso in campo, col suo Jamshedpur al Bengaluru, rete che gli valse il premio di “Più giovane marcatore dell’Indian Super League”.

Tutti cominciano a parlare del nuovo Messi del calcio indiano, la stampa locale comincia a tessere elogi, fioccano le copertine e le interviste e Mukhi viene travolto da fama e successo.

Il giovane calciatore, proveniente da una provincia poverissima dell’India, diventa subito un modello per i bambini in difficoltà, incarna l’immagine di chi ce l’ha fatta.

Ma è tutto falso: il baby prodigio ha mentito: non ha 16 anni, bensì 28.

Come sia stato possibile questo evento ancora non è dato sapere: l’unica cosa che si sa è che l’indagine nasce dopo un’intervista rilasciata al quotidiano locale “The Telegraph” dallo stesso Mukhi, in cui avrebbe inavvertitamente rivelato al giornalista la propria età effettiva.

Intanto la Federcalcio indiana lo ha squalificato per sei mesi e revocato il premio prestigioso premio come più giovane marcatore del massimo campionato indiano.

Fine della storia.

(Fonte Corriere dello Sport)

Rispondi