Frosinone ancora KO. Il Sassuolo vince 2-0

Un’altra sconfitta, un’altra prestazione sconcertante e un pubblico che sembra aver finito la pazienza. Il Sassuolo in una gara valida per la 16esima giornata di Serie A ha vinto 2-0 allo Stirpe e ha acuito la crisi di un Frosinone che nemmeno oggi è riuscito a conquistare la prima vittoria casalinga stagionale. E’ arrivata anzi la decima sconfitta in 16 partite, un ko giusto visto quanto s’è visto sul terreno di gioco per 90 minuti.

Il primo tempo è apparso piuttosto equilibrato. Il Sassuolo ha controllato il gioco, ma è apparso troppo impreciso. Merito nel buon pressing che i padroni di casa hanno fornito (solo…) per 40 minuti, un buon atteggiamento in fase di non possesso che ha confuso le idee di Sensi e compagni. E permesso al Frosinone di ripartire con continuità e di costruire anche qualche occasione, come quella al 23esimo con Ciofani che di testa ha impegnato Consigli.

Il primo tempo è stato comunque avaro di occasioni, almeno fino all’autogol che ha diviso in due la partita. Un’autorete arrivata al 44esimo, nel momento migliore dei padroni di casa. Bravo Duncan ad andare via a Capuano e a mettere al centro un pallone velenoso spedito da Ariaudo alle spalle di un incolpevole Sportiello. Pochi istanti dopo è arrivato il duplice fischio e, di fatto, dopo quel gol non c’è stata più partita.

Con più spazi a disposizione, il Sassuolo nella ripresa è salito in cattedra e ha fatto valere il suo maggiore tasso tecnico. L’ha fatto in particolar modo Domenico Berardi, autore al 58esimo con un bel piazzato di sinistro della rete del definitivo 2-0 (altro assist di Duncan, oggi il migliore) e di un secondo tempo da favola. Ma è stata tutta la squadra di De Zerbi a giocare nel secondo tempo con più fiducia e precisione: al 66esimo il colpo di testa di Ferrari s’è stampato sulla traversa, al 74esimo il guizzo di Di Francesco ha prodotto una sassata che solo per un soffio non ha fatto rima con lo 0-3. Insomma, nella ripresa il Sassuolo ha messo il sigillo sulla vittoria portandosi in piena zona Europa League. E ha condannato un Frosinone sempre più in crisi, una squadra che per tutto il secondo tempo ha dovuto fare i conti con cori di protesta dei tifosi presenti allo Stirpe. Cori contro la squadra e contro Moreno Longo.

Rispondi