Connect with us

home

La Champions delle altre: crollo Real, perde anche il Manchester United, vince il City, pari Bayern

Ultima giornata di Champions League: nel gruppo E il Bayern Monaco pareggia 3-3 in casa dell’Ajax, tedeschi primi e olandesi secondi.

Il Benfica, già terzo e in Europa League, batte 1-0 l’Aek Atene.

Nel gruppo F il City supera 2-1 l’Hoffenheim e si conferma primo, agli ottavi il Lione: 1-1 in casa dello Shakhtar Donetsk in Europa League come il Valencia che nel gruppo H fa un favore alla Juve battendo 2-1 lo United.

Questo il tabellino delle gare con il commento di Sportmediaset.

• GRUPPO E

AJAX-BAYERN MONACO 3-3 Ai tedeschi basta un pareggio per chiudere in testa il girone, gli olandesi già qualificati vanno a caccia di una vittoria per tentare il sorpasso in vetta. Il Bayern passa in vantaggio al 13′ con Lewandowski, che raccoglie un assist prezioso di Gnabry prima di concludere con il destro alle spalle di Onana. Il primo tempo finisce 1-0 per i tedeschi. Nella ripresa arriva il pareggio dell’Ajax al 62′ con Tadic, lesto a raccogliere un traversone basso di van de Beek e realizzare da due passi. Poco dopo, però, gli olandesi restano in dieci per l’espulsione di Wöber. La parità numerica si ristabilisce al 75′ quando viene espulso Müller. Emozioni a raffica, rigore per gli olandesi al minuto 82′ e dagli undici metri ci va Tadic che apre il piattone mancino e spiazza Neuer portando momentaneamente in vetta al girone l’Ajax. Partita mai in ghiaccio: numero di Thiago Alcantara atterrato in area ed è rigore per il Bayern. Dal dischetto Lewandowski chiude il destro, spiazza Onana e riporta i tedeschi in vetta. Al 90′ con l’ex juventino Coman trova anche il 3-2 per gli ospiti con un bel destro sul secondo palo. Sette minuti di recupero e al 94′ Tagliafico fa di nuovo 3-3. Triplice fischio: agli ottavi Bayern Monaco come prima del girone e Ajax secondo.

BENFICA-AEK ATENE 1-0 Portoghesi sicuri del terzo posto che ospitano i greci e nel primo tempo, che si conclude senza reti, non si registrano grandi emozioni. Più pericoloso il Benfica che soprattutto con Felix sfiora il gol in un paio di circostanze. I greci non si fanno praticamente mai vedere dalle parti dell’area dei padroni di casa. Il gol che sblocca la partita arriva allo scadere ed è uno splendido calcio di punizione col mancino (88′) di Grimaldo che non lascia scampo al portiere Barkas. Triplice fischio e il Benfica festeggia i tre punti.

• GRUPPO F

MANCHESTER CITY-HOFFENHEIM 2-1 Al Manchester City già qualificato agli ottavi basta un punto per assicurarsi il primo posto, tedeschi fuori dai giochi anche per il terzo che vale l’Europa League. Hoffenheim che passa in vantaggio a sorpresa al minuto 16′ con un calcio di rigore realizzato da Kramaric, ma la squadra di casa trova il pareggio poco prima della pausa con uno splendido calcio di punizione di Sané (45′). Nella ripresa il City si divora il gol del vantaggio in contropiede, con un tre contro il portiere che nessuno tra Sterling, Sané e Bernardo Silva riesce a finalizzare. City che va in vantaggio al 61′ ed a segnare è ancora Sané, che chiude un triangolo molto largo con Sterling prima di battere Baumann col mancino.

SHAKHTAR DONETSK-LIONE 1-1 La partita più attesa della serata, coi padroni di casa costretti a vincere per superare i francesi e qualificarsi agli ottavi come secondi. Al Lione basta un pareggio per proteggere il secondo posto. Lo Shakhtar Donetsk passa in vantaggio al 22′ con Junior Moraes, bravo a raccogliere un suggerimento dalla sinistra di Ismaily, stoppare e concludere con un diagonale mancino che batte Lopes. Il primo tempo finisce così. Nella ripresa ecco il pareggio del Lione, al minuto 65′ con una giocata fantastica di Nabil Fekir che dal limite dell’area stoppa, in mezzo a tre avversari si porta la palla sul sinistro e conclude all’incrocio sul secondo palo. Al triplice fischio i francesi possono esultare per un punto che vale la qualificazione agli ottavi di Champions League, lo Shakhtar Donetsk finisce al terzo posto e scivola in Europa League.

• GRUPPO H
VALENCIA-MANCHESTER UNITED 2-1 Il Manchester United deve sperare in un passo falso della Juve e nella vittoria per concludere il girone al primo posto e superare i bianconeri (entrambe le squadre sono già qualificate). Valencia già sicuro del terzo posto ma che vende cara la pelle: al 17′ ecco la rete di Carlos Soler che porta avanti la squadra di casa con uno splendido diagonale di esterno destro dall’interno dell’area. In apertura di ripresa arriva anche il raddoppio al 47′ con una clamorosa autorete di Phil Jones che nel tentativo di anticipare un avversario tocca la palla e beffa Romero in uscita. Al minuto 87 il colpo di testa di Rashford dimezza lo svantaggio dello United che assalta la porta degli spagnoli fino alla fine ma al triplice fischio il Valencia, già sicuro prima di questa gara di un posto nei sedicesimi di Europa League, vince. Amarezza grande per il Manchester United che con una vittoria avrebbe potuto scavalcare la Juventus battuta in svizzera.

(Fonte Sportmediaset)

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…


Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home