Connect with us

home

Napoli, si avvicina l’esordio di Younes

I ventuno elementi della rosa impiegati da Carlo Ancelotti presto potrebbero aumentare.

La sosta, in questo senso, ha aiutato gli infortunati che hanno potuto alzare ulteriormente il livello degli allenamenti avvicinando il debutto stagionale in maglia azzurra.

Oltre Meret e Ghoulam, corre verso il ritorno in campo anche Amin Younes, talento classe ’93 tedesco di origini libanesi. Esterno sinistro offensivo che ama rientrare sul destro per l’assist o il tiro, un po’ come il vecchio Insigne versione esterno. Una volta inserito gradualmente potrà rappresentare un’alternativa con caratteristiche diverse a Verdi e soprattutto Fabian.

Lo stesso Ancelotti si è espresso favorevolmente sul giocatore in ritiro ed in più conferenze ha fatto il punto sui tempi del suo ritorno, convinto evidentemente delle qualità del giocatore, nella top 11 dell’Uefa in quell’Europa League sfiorata arrivando in finale con l’Ajax e fino all’anno scorso nel giro della nazionale tedesca.

Tutt’altro che scontata fino all’estate la sua permanenza, al di là dell’infortunio al tendine d’achille rimediato nella preparazione privata prima del ritiro di Dimaro.

Bloccato a gennaio dal Napoli a parametro zero, vista la scadenza a giugno del suo contratto con l’Ajax, il tentativo di anticipare con un indennizzo il suo arrivo a gennaio portò ad un vero e proprio caso.

Visite mediche e firma, con tanto di passerella a Villa Stuart, Castel Volturno ed al San Paolo per seguire la gara dei compagni, per poi scappare via. Successivamente tornò a disposizione dell’Ajax – inutilmente – fino alla scadenza, negando – solo tramite chi lo circondava – la firma col Napoli e l’impatto positivo con la città per indurre evidentemente il Napoli a rinunciare alla firma su pressione di altri club.

“Ho fatto degli errori. Mi sarei liberato a parametro zero durante l’estate e per questo alcune persone mi hanno messo le pulci nell’orecchio.

Mi sono lasciato coinvolgere. Da questo periodo ho imparato tanto, ad esempio di chi posso fidarmi”, le parole del giocatore ad inizio stagione per chiarire la vicenda: “Non è vero che non sono venuto a Napoli perchè non mi piaceva la città, nemmeno l’ho vista. I tre giorni a Napoli li ho passati al centro sportivo. Quei titoli di giornale sono terrificanti, Napoli è una città splendida e i napoletani sono molto amichevoli. In quel modo non è stato fatto un torto solo a me, ma anche a loro”. Acqua passata dopo il chiarimento col giocatore che è coinvolto a tutti gli effetti nella realtà azzurra: sui social segue con trasporto tutte le gare dei compagni, i suoi profili sono pieni di scatti delle meraviglie della città ed ora non vede l’ora di poter dimostrare il suo valore sul campo.

loading...

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureando in Giurisprudenza all'Università Di Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home