Connect with us

home

San Siro prova a ridare fiducia all’Italia: contro il Portogallo si può arrivare a 60.000 spettatori

E’ passato poco più di un anno da quell’Italia – Svezia che estromise la Nazionale dal mondiale russo; ciò nonostante, lo stadio San Siro, teatro di quella serata, è pronto a regalare una grande cornice di pubblico contro il Portogallo: si punta alle 60.000 presenze.

Poco più di 365 giorni dopo il famigerato 0-0 contro la Svezia, l’Italia farà ritorno a San Siro per l’ultima partita del suo girone di Uefa Nations League contro il Portogallo.

L’obiettivo di sabato, rispetto a quello di un anno fa, è certamente meno pesante: vincere per continuare a sperare nel primo posto nel gruppo, tutto dipenderebbe poi dal risultato dei portoghesi contro la Polonia; l’eventuale primato porterebbe poi gli azzurri alle partite finali di giugno con in palio un posto anticipato a Euro 2020.

La cornice della partita contro il Portogallo sarà come detto Milano, stadio San Siro; ci sarebbe da aspettarsi più di qualche remora da parte del pubblico a presentarsi dopo l’ultima scottante volta ma così non sarà.

I tagliandi staccati sono infatti già 52.000 e la speranza è di eguagliare i 60.000 di ItaliaSvezia.

Tanta fiducia nella nuova Italia di Mancini dunque, con la speranza che stavolta l’esito sia diverso da un anno fa.

 

Pier Francesco Miscischia

 

loading...

Studente di Giurisprudenza e grande appassionato di calcio, adoro scrivere sul mio sport preferito.

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home