Connect with us

home

Milan, il Fondo Elliott cerca un socio di minoranza: come mai?

Scrive questa mattina Milano Finanza che il Fondo Elliott ha dato mandato a Unicredit di trovare un azionista di minoranza non finanziario per il Milan offrendo una quota capitale del 25-30%.

Al momento sarebbero stati sondati un paio di investitori stranieri il cui nome è coperto dal riserbo più assoluto.

Inutile provare a ipotizzarli anche se va ricordato che, addirittura prima dell’escussione del passaggio da Yonghong Li a Elliott, si era parlato di un forte interessamento all’acquisto del club rossonero da parte di Usmanov come degli statunitensi Commisso, Ross e Ricketts, quest’ultimo in ottimi rapporti con Singer oltre a Riccardo Silva, del quale si era parlato proprio per un ingresso come socio di minoranza.

A questo andrebbe aggiunto un altro particolare che potrebbe essere non irrilevante: Usmanov è attualmente proprietario del 30% delle quote dell’Arsenal, società da cui proviene Gazidis, pronto a prendere la carica di amministratore delegato del Milan a partire dal prossimo 1° dicembre.

Non sarebbe dunque una sorpresa se i due ne avessero parlato e se fosse quindi l’uzbeko il potenziale socio.

Riprende la notizia Sportmediaset che scrive che arrivano sulla volontà di Elliott di farsi affiancare rimanendo comunque ampiamente in maggioranza.

Il nodo della questione è certamente la valutazione che Singer fa del Milan.

Per Elliott il club di via Aldo Rossi, risanato dal punto di vista patrimoniale, dovrebbe valere tra i 650 e i 700 milioni, una cifra non banale per chiunque voglia mettere mano al portafoglio per acquistarne una parte.

Anche perché attualmente le casse societarie continuano a bruciare 8-10 milioni al mese e devono comunque tenere conto di una perdita netta consolidata di 126 milioni.

Insomma, va bene partecipare al futuro del club, ma è evidente che la ricerca sia indirizzata verso un profilo in grado non solo di immettere liquidità fresca, ma anche di e dare un sostegno sul fronte industriale, in particolare in termini di marketing e sponsorizzazioni.

La notizia, però, non può passare inosservata soprattutto perché fino ad ora non si è fatto altro che parlare della straordinaria solidità economica del Fondo Elliott: come mai ora questa decisione?

E perché mai qualcuno dovrebbe investire tanto danaro per una quota assolutamente minoritaria?

Ne sapere di più nelle prossime settimane.

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home