Connect with us

angolo opinioni

L’Europa dice che Inter e Napoli possono lottare: occhio a dare il campionato come già finito

Il martedì di Champions League offre altre due buonissime prestazioni di Inter e Napoli che, sapendo anche soffrire, tengono testa a Barcellona e Psg; in Italia la Juventus è a +6 ma nerazzurri e partenopei potranno certamente darle fastidio ancora per molto.

Se si torna per un attimo al 30 di agosto, giorno del sorteggio della fase a gironi della Champions League, probabilmente nessuno, o quasi, avrebbe pronosticato l’attuale classifica di Inter e Napoli.

L’Inter, data da molti addirittura dietro al Tottenham in partenza, si ritrova vicinissima agli ottavi di finale dopo ottime prestazioni nelle prime 4 giornate (anche ieri un pareggio di carattere contro il Barcellona).

Situazione ancor più complessa quella del Napoli sulla carta: Liverpool e Psg sembravano ostacoli insormontabili; gli azzurri sono invece in piena lotta, e ancora senza sconfitte in 3 gare contro le big del girone.

Gli avvenimenti europei possono lasciare speranza anche in campionato: la Juventus è certamente molto avanti ma Inter e Napoli hanno la qualità giusta per provare a combattere.

Gli 11 di partenza delle due squadre risultano di ottima qualità; si può pensare ad esempio alle coppie di centrali: SkriniarDe Vrij, forse il miglior duo della Serie A, da un lato e KoulibalyRaul Albiol dall’altro.

Il reparto centrale è stato costruito diversamente ma risulta comunque efficace: la fisicità dell’Inter mette in difficoltà chiunque; più di estro e fantasia quello azzurro (con Allan a dare il giusto equilibrio).

Davanti poi, le notti europee consegnano quelli che ormai sono due autentici fari di Inter e Napoli: Icardi e Insigne.

Il numero 9 nerazzurro è in grado di risolvere dal nulla ogni gara, anche dopo prestazioni eventualmente anonime per 90 minuti.

Il 24 napoletano invece, sotto la gestione Ancelotti, si è eretto a elemento principale della rosa con medie realizzative importantissime.

Anche le panchine sembrano poter offrire elementi di sicuro affidamento: Spalletti è riuscito a rivitalizzare calciatori come Dalbert e Joao Mario; Ancelotti trova delle ottime alternative in Verdi, Milik e Fabian Ruiz.

In ultimo gli allenatori: Spalletti e Ancelotti stanno plasmando, gara dopo gara, squadre capaci di reagire ad ogni tipo di situazione.

La Juventus, lo si ripete, è distante e forse qualitativamente ha qualcosa in più ma Inter  e Napoli possono, anzi devono, provare a tenerle testa fin quando possibile.

Le carte in regola ci sono e la scorsa stagione insegna che la missione è difficile ma non impossibile.

 

Pier Francesco Miscischia

 

 

 

 

loading...

Studente di Giurisprudenza e grande appassionato di calcio, adoro scrivere sul mio sport preferito.

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in angolo opinioni