Connect with us

home

Chievo, che finale di partita. Rosso e autogol. Il Sassuolo vince 2-0

Due sconfitte e un pesantissimo -1 in classifica per il Chievo. Appena due punti nelle ultime quattro partite per il Sassuolo. Sarà per questo motivo che per lunghi tratti della gara giocata questo pomeriggio al Bentegodi trionfa la paura di non perdere. Alla fine, a spuntarla è però la squadra più forte qualitativamente, trascinata da un ispiratissimo Berardi e da un Di Francesco decisivo come contro l’Empoli.

UN GOL E TANTI SBADIGLI – Il Chievo parte forte. La soluzione col doppio trequartita Birsa-Giaccherini alle spalle di Stepinski sembra quella giusta per provare a scardinare la difesa del Sassuolo. Tuttavia, il possesso palla dei gialloblù si rivela ben presto troppo sterile. Cresce dall’altra parte del campo la compagine di De Zerbi, con un Berardi finalmente ubriacante. È proprio il numero 25 ospite a sfiorare infatti il vantaggio con una punizione e un diagonale in area di rigore, prima di servire a Di Francesco l’assist dell’1-0 al 42′. Ottima la manovra corale del Sassuolo: Boateng inventa, Berardi imbuca e Di Francesco è abile a smarcarsi e infilare Sorrentino nell’angolino basso.

ANCORA SASSUOLO – La reazione del Chievo c’è e lascia intravedere un secondo tempo più entusiasmante. In effetti i padroni di casa rientrano in campo con maggiore cattiveria agonistica, tentando subito di cambiare l’inerzia del match. Birsa è il più insidioso, soprattutto sui calci da fermo, ma là davanti Stepinski non vive certo la sua migliore giornata. Così, è ancora il Sassuolo a creare la vera occasione da rete della ripresa con un bel passaggio in area di Lirola per Matri, incapace però di battere Sorrentino da pochi passi. Nessun rammarico, comunque, visto che era fuorigioco. I neroverdi vogliono chiuderla a tutti i costi, ma anche Sensi spedisce a lato un buon invito di Locatelli all’81’.

FINALE TRAGICOMICO – Il Chievo cerca il tutto per tutto, con un Meggiorini molto più pimpante rispetto ai suoi compagni di reparto. Ma all’88’ il neo-entrato Tanasijevic si fa espellere per un fallo tattico su Berardi dopo essere stato ammonito appena quattro minuti prima (tutto questo all’esordio in Serie A). L’1-1 potrebbe arrivare comunque al 90′, ma Magnani si immola su una conclusione da distanza ravvicinata di Stepinski e lo stesso Stepinski poco dopo manca l’aggancio con la sfera di testa su invito di Meggiorini. A chiudere l’incontro, dunque, è una sciagurata autorete di Giaccherini al 94′: miracolo di Sorrentino su un tiro ravvicinato di Berardi e retropassaggio col petto del jolly di Ventura che il portiere non riesce però a far suo.

loading...

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureando in Giurisprudenza all'Università Di Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home