Connect with us

home

Serie A, le conferenze stampa degli allenatori

LAZIO, INZAGHI: “CREDO ALLA CHAMPIONS LEAGUE”

Simone Inzaghi crede sempre alla Champions League: “Dopo un quarto e un quinto posto probabilmente c’è chi dice che abbiamo già fatto, ma non io. Io ci credo, ci credono i ragazzi e lavoriamo tutti per questo obiettivo. Serve tantissimo equilibrio, specialmente in questa piazza, dove spesso ci sono voci che creano destabilizzazioni nell’ambiente”. L’allenatore della Lazio ha fatto il punto sulla stagione biancoceleste e ha voluto spronare i suoi in vista della sfida interna contro la Spal: “Siamo quarti in classifica, in Europa League siamo secondi in un girone difficilissimo e i ragazzi stanno facendo benissimo. Sappiamo di dover migliorare e crescere specialmente negli scontri diretti che finora abbiamo sempre perso, anche a causa di alcuni episodi sfortunati. Ma vogliamo riconfermarci e lo stiamo facendo”.

ATALANTA, GASPERINI: “GRANDE STIMA VERSO INZAGHI”

Il prepartita di Gian Piero Gasperini in vista di Bologna è un atto di apprezzamento nei confronti di Filippo Inzaghi: “Il Bologna è una squadra che non ha cambiato molto rispetto alla scorsa stagione, ma ha un allenatore che stimo e gli sta infondendo tutto il suo spirito”, ha detto il tecnico dell’Atalanta nel presentare la partita. “Dopo il Milan è ripartito con umiltà, ha vinto un campionato di C1 col Venezia e fatto un’ottima serie B: ora si è incontrato con una piazza che ha fame di calcio”, ha proseguito Gasperini. Che ha fatto apprezzameni anche verso chi ha allenato in passato, al Genoa: “Palacio ha una classe immensa, è uno degli indistruttibili: è sempre in forma, è stato un grande del Boca Juniors e in Italia ha sempre inciso moltissimo”.

UDINESE, VELAZQUEZ: “SICURI CHE POSSIAMO BATTERE IL MILAN”

“Siamo sicuri al 100% che possiamo vincere contro il Milan”. Lo ha detto il tecnico dell’Udinese Julio Velazquez, nella conferenza stampa alla vigilia della gara del Friuli. A rafforzare le sue convinzioni sono stati “la molta forza e l’impegno” con cui il gruppo si è “allenato in settimana”, unitamente allo “spirito della squadra dopo il pari raccolto con il Genoa che ha interrotto la serie negativa. Siamo convinti – ripete – che possiamo fare una bella partita. Noi giochiamo sempre per vincere e speriamo di tornare a fare i tre punti già da domani e fare gol con continuità. Questa settimana ci siamo allenati bene con la testa giusta anche grazie al pareggio ottenuto in rimonta – ha proseguito  Velazquez – Loro hanno grandissimi giocatori come Suso e Higuain ma io devo pensare prima ai miei ragazzi. Il nostro obiettivo è giocare una partita attenta, aggressiva ed equilibrata. Il Milan arriva dopo due vittorie importanti, sappiamo bene che squadra affronteremo. Non so ancora se presseremo subito alto o se li aspetteremo un po’ di più, vediamo come si mette la partita”. Sul rinnovo di De Paul: “Sono felice che abbia rinnovato e che sia stato convocato nuovamente con l’Argentina. Si merita questi riconoscimenti e sono sicuro che migliorerà ancora tantissimo”.

SAMPDORIA, GIAMPAOLO: “COL TORO SERVIRA’ PROVA DI ALTO LIVELLO”

“Domani affrontiamo una squadra forte, fisica, muscolare: un avversario difficilissimo, contro il quale si fa difficoltà a giocare. Una partita super complicata, dove dovremo fare bene tante cose. Servirà una prova di alto livello”. IL tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo presenta così la sfida casalinga contro il Torino. “Non dobbiamo farci condizionare dal nome dell’avversario, tutte le partite sono difficili e per questo motivo gli atteggiamenti devono essere giusti. Murru e Defrel sono recuperati, mentre Regini ha subito un infortunio serio, sta lavorando seriamente da mesi per tornare quanto prima e conto di averlo presto con noi per iniziare a riassaporare il campo. Il Var a chiamata? Non m’interessa, c’è già un operatore”.

FROSINONE, LONGO :” CON IL PARMA COME IN UNA FINALE”

Lavoriamo sulla continuità, ad una crescita che é stata costante e che ci ha visto a Ferrara raccogliere i tre punti” esordisce in conferenza stampa il tecnico del Frosinone Moreno Longo. I ciociari sono ora attesi dalla trasferta del Tardini contro il Parma: “L’attenzione vista a Ferrara deve essere la base ma va migliorata. Andiamo a Parma con grande umiltà, affrontando la partita come una finale. Necessitavamo di una vittoria, i tre punti ci hanno dato convinzione e autostima. Ora non dobbiamo fermarci” prosegue il tecnico gialloblu, che commenta le qualità dell’avversario: “Contro il Parma dobbiamo giocare da squadra. Degli emiliani c’è da temere l’attacco della profondità”

PARMA, D’AVERSA: “COL FROSINONE È FONDAMENTALE VINCERE”

Roberto D’Aversa non sottovaluta il Frosinone, cambiato da Moreno Longo col 3-4-2-1: “Ha ottenuto risultati e gol nelle ultime partite con questo sistema di gioco. Hanno trovato la quadratura e la via del gol. Il loro aspetto mentale è positivo, arriveranno carichi. È una gara fondamentale che può permetterci di allungare sulle nostre concorrenti per la salvezza”. Per vincere “servirà l’aiuto di tutti”, ha detto l’allenatore del Parma, che avrà a disposizione per la prima volta in stagione Alberto Grassi e soprattutto ritrova Roberto Inglese: “Domani ci sarà bisogno di tutti, anche della spinta del nostro pubblico”.

SASSUOLO, DE ZERBI: “COL CHIEVO PARTITA DELICATA”

Roberto De Zerbi non si fida del Chievo: “È una partita delicata, anche noi siamo in un momento delicato, non tanto per le prestazioni, ma per quello che stiamo raggiungendo sul campo. Dovremo essere arrabbiati per arrivare alla vittoria e intelligenti sia dal punto di vista individuale sia del collettivo, tenendo ben presenti i nostri punti di forza”.

L’allenatore del Sassuolo ha fatto anche il punto sulla condizione dei giocatori: “Boateng e Duncan sono rientrati, ma non so se giocheranno dall’inizio, Bourabia è fuori e non so quando rientrerà ed è una perdita importante. Babacar ha un problemino e devo decidere coi medici se convocarlo o no”.

MAZZARRI: “DOMANI VOGLIO VEDERE IL MIO TORO”

“E’ un campo difficile, lì c’è molto calore che spinge la squadra. Loro giocano bene, hanno un allenatore che lavora in società da tre anni con degli schemi ben precisi. Noi però sappiamo che nelle ultime partite siamo stati capaci di fare un bel calcio e di essere prepositivi. Siamo consapevoli della nostra crescita, domani voglio vedere il mio Toro”. Così il tecnico dei granata Walter Mazzarri alla vigilia della trasferta di Marassi contro la Sampdoria. “L’interpretazione della partita dipenderà da vari fattori, bisognerà vedere se saremo in grado di recuperare tanti palloni. Siamo una squadra che ha creato tantissimo e che finora ha raccolto meno di quanto ha seminato. Domani voglio vedere una personalità tipo quella contro la Fiorentina”.

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home