Connect with us

home

Udinese, ma cosa ti succede?

Contro il Napoli ennesima sconfitta per l’Udinese  chiamata ora a reagire domenica contro il Genoa prima che sia tardi per invertire un trend sempre più negativo. Velazquez a rischio?

 

Sembrano passati secoli da quando si giudicava in termini positivi la nuova Udinese di Julio Velazquez, tutto sembrava diverso rispetto alle recenti deludenti stagioni, ma dalla sconfitta di Bologna in poi la stagione per i bianconeri friulani pare aver preso una brutta piega e la posizione del tecnico spagnolo non è più salda come all’inizio.

Il calcio è così, ci si esalta davanti a risultati positivi mentre alle prime sconfitte e alle prime difficoltà si parla di tecnico a rischio e tutto ciò che di buono è stato fatto viene dimenticato in un secondo. Quarta sconfitta consecutiva per l’Udinese, contro il Napoli i bianconeri sono crollati nel finale anche se la superiorità tecnica e tattica dei partenopei è parsa da subito evidente.

La squadra di Ancelotti ha impressionato soprattutto nel primo tempo, giocando con grande disinvoltura, mostrando grandi qualità fisiche e tecniche, meritando la vittoria finale.

L’Udinese ha retto nel primo tempo per poi abbozzare una reazione a inizio ripresa, ma troppo poco per impensierire un avversario superiore in ogni reparto. Hanno lasciato molti dubbi alcune scelte tattiche del mister bianconero che hanno facilitato ancora di più il compito del Napoli. Difesa a 3, Pussetto terzino, Barak inserito troppo tardi, Lasagna isolato come sempre là davanti, insomma tanti dubbi e molta confusione in casa Udinese, gli apprezzamenti iniziali rivolti al tecnico spagnolo ora si stanno trasformando in critiche, la fiducia e la pazienza dell’ambiente si stanno già riducendo in maniera molto rapida, a Genova i bianconeri friulani non potranno sbagliare ancora.

Certo il calendario non ha aiutato l’Udinese, Juve, Lazio, Napoli sono avversari di alto livello e non alla portata dei friulani, ma l’impressione generale è che Velazquez abbia perso quella sicurezza iniziale che aveva dimostrato e la classifica ora comincia a preoccupare.

Ad avvio di stagione si parlava di organizzazione difensiva ritrovata e di parecchi meriti di un mister il cui lavoro sembrava stesse portando a dei risultati importanti in ogni reparto, a un certo punto non si capisce bene cosa si sia inceppato nei meccanismi bianconeri, sta di fatto che da ora in poi non si potrà più scherzare e il calendario e la classifica continuano a non sorridere.

Le parole di Velazquez che ribadisce sempre il concetto di giocare sempre per vincere contro qualsiasi avversario non corrispondono a ciò che si vede sul campo, la squadra sembra aver timore di osare e quella personalità mostrata nelle prime gare è ormai smarrita.

Lasciarsi andare a eccessivi allarmismi è autolesionistico, a Genova l’Udinese dovrà dimostrare di essere una squadra in tutti i sensi, dovesse andar male anche domenica ci potrebbe essere una svolta e una nuova guida tecnica anche perchè si sa che l’allenatore è sempre il primo a pagare per tutti anche se le responsabilità di questa situazione non possono essere attribuite solamente a una persona. C’è tutto il tempo per riprendere il filo del discorso, quei miglioramenti mostrati dai bianconeri a inizio campionato non possono essere stati solamente un fuoco di paglia, servono serenità e fiducia in sé stessi altrimenti saranno guai.

MASSIMO LIVA

loading...

Seguo con interesse l'Udinese e in generale tutto il calcio

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…


Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home