Connect with us

home

De Laurentiis – Sarri, è rottura

Aurelio De Laurentiis manda un chiaro messaggio a Maurizio Sarri: “Mi ha sempre rimandato al suo agente, che non mi ha mai dato una risposta”.

Sarri che lascia il San Paolo in lacrime al termine del giro di campo era il preludio alle parole di De Laurentiis che non lasciano alcun dubbio. Sarri non allenerà il Napoli il prossimo anno.

Il Napoli chiude il suo campionato con una vittoria, ma anche con un grande interrogativo sul proprio allenatore. Maurizio Sarri non ha ancora deciso il proprio futuro e il presidente Aurelio De Laurentiis sembra aver perso la pazienza.

Intervistato ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss’, il patron azzurro fa il punto sulla delicata situazione: “Sarri resta? Chiedete a lui, mi ha sempre rimandato al suo agente Pellegrini, che non mi ha dato mai una risposta”.

De Laurentiis manda un chiaro messaggio al suo allenatore: “Il tempo è scaduto, non c’è una data. Abbiamo affrontato questo problema in ogni modo. Dobbiamo andare avanti senza paura e senza ‘se'”.

Infine il bilancio stagionale, ampiamente positivo secondo il presidente del Napoli: “Sono contento della stagione. Chiudere a -4 vuol dire che il campionato è nostro. Altrimenti che devo fare? Andare a rubare?”.

La mia unica perplessità è che nella vita tutto finisce e che è meglio finire quando le storie sono belle. Non so se resto, devo parlarne con la mia famiglia”. Sembrava tutto pronto per un rinnovo e un matrimonio destinato a continuare, invece Maurizio Sarri frena a campionato finito: se il suo futuro sarà ancora sulla panchina del Napoli non è affatto chiaro.

Con le dichiarazioni rese tra tv e conferenza stampa al termine della partita con il Crotone, il tecnico del Napoli spiega che ha bisogno di tempo: “La situazione è complicata – dice Sarri -. Non si può dire di andare avanti e riprovare con questo gruppo perché non so se rimarrà tutto assieme. Non so se la società ce la farà a trattenere giocatori che hanno clausole e offerte da grandi club del mondo. Quello che penso è che non potrei andare direttamente in un’altra squadra italiana, se dovessi cambiare preferirei andare all’estero . Tenevamo tantissimo a superare i 90 punti, fino ad ora ho pensato solo a questo, dopo la partita di Firenze ci siamo resi conto che non avremmo più vinto il campionato e ci siamo posti questo obiettivo. Domani parlerò con la mia famiglia e valuteremo insieme quello che è più giusto. Capisco che il presidente abbia bisogno di una risposta al più presto perché deve programmare”.

Se c’è mancata solo la vittoria? Se per vincere si intende far parte dell’albo d’oro allora non l’abbiamo fatto, se invece si intende entrare nel cuore di un popolo lo abbiamo fatto. Il pubblico a Napoli è stato sempre stupendo e anche oggi è venuto a tributarci in 50mila, per un punteggio record ma senza vittoria. È vero che chi finora aveva superato quota 90 aveva sempre vinto, ma la squadra ha fatto tre anni straordinari e sempre in crescita. Io sono arrivato che era a -24 dalla prima, ora è a -4: abbiamo fatto un percorso bellissimo ma senza arrivare a una meta, un viaggio di una bellezza mostruosa. Devo solo ringraziare i tifosi: al di là dell’allenare il Napoli l’anno prossimo, un posto nel mio cuore ce l’avranno sempre”

loading...

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureando in Giurisprudenza all'Università Di Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home