Connect with us

Calciomercato

Sarri-De Laurentiis: dopo l’incontro di oggi filtra un cauto ottimismo

Filtra un cauto ottimismo, dopo l’incontro di questo pomeriggio tra il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e il tecnico Maurizio Sarri, sulla possibile  e a questo punto molto più probabile  permanenza dell’allenatore toscano al Napoli anche il prossimo anno.

I due – come riporta Sportmediaset.it di cui vi riportiamo l’articolo integrale –  si sono incontrati nella casa di Sarri – con loro il ds Giuntoli, il vicepresidente Edo De Laurentiis e l’amministratore delegato Andrea Chiavelli.

Incontro positivo – per quanto ancora interlocutorio – dal quale è emerso che AdL sarebbe pronto ad aumenatare l’ingaggio di Sarri (3 milioni di euro di parte fissa all’anno più bonus fino a salire a 4,5 milioni per altre tre stagioni, portanto così il contratto sino al 2021), eliminando la clausola rescissoria e proseguendo sulla linea del rafforzamento della squadra, con un mercato all’altezza delle ambizioni da scudetto dell’allenatore e di tutto l’ambiente azzurro.

I due si rivedranno giovedì, sicuramente in occasione della cena di fine stagione, probabilmente già prima nel pomeriggio, per incominciare a formalizzare anche i dettagli contrattuali.

Ma perché questo nuovo cambio di rotta?

La prima sensazione è che entrambi non abbiano possibilità concrete di raggiungere il rispettivo  obiettivo.

In altre parole: Sarri non ha forse una reale pretendente o non ha intravisto, in chi lo ha contattato, la possibilità di sviluppare il suo progetto calcistico.

D’altra parte, De Laurentiis non ha trovato evidentemente nessuno che fosse disposto a versare sul conto del Napoli gl otto milioni della clausola rescissoria attualmente presenti, e per ora validi, nel contratto del suo allenatore.

Insomma, De Laurentiis sa benissimo che rinunciare a Sarri significa in qualche modo ripartire da zero e annacquare un progetto che lo ha portato a distanza ravvicinata dalla Juve.

A fronte di un pagamento di otto milioni il sacrificio sarebbe stato giustificato.

Senza quei soldi, però, il gioco non vale la candela.

Meglio, quindi, sedersi attorno a un tavolo e trovare un accordo per continuare insieme.

La clausola rescissoria da 8 milioni di euro è valida fino al 31 maggio 2018.

Se questa clausola non verrà esercitata, tutto torna come in precedenza con la clausola sempre da 8 milioni di euro esercitabile da metà maggio 2019 al 31 maggio 2019, altrimenti si va a scadenza 2020.

Sempre fino al 31 maggio 2018, De Laurentiis ha la possibilità di liberarsi di ogni pendenza con Sarri versandogli 500mila euro.

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in Calciomercato