Connect with us

home

Roma-Juve, per i bianconeri è il momento di chiudere i giochi

Allo Stadio Olimpico questa sera la Juventus può sigillare la vittoria del campionato, il quarto consecutivo, e festeggiare un trofeo a Roma per la seconda volta in pochi giorni. Szczesny, Benatia e Pjanic tornano nel loro ex stadio.

Appena quattro giorni dopo la festa per la conquista della Coppa Italia, la Juve torna nella Capitale per mettere la parola fine al discorso scudetto. Solo la matematica separa gli uomini da Allegri dal quarto doblete consecutivo, ennesimo storico traguardo di un ciclo unico. Davanti ci sarà una Roma alla ricerca dell’ultimo punto necessario per la qualificazione diretta alla prossima Champions League.

Un pareggio permetterebbe ad entrambe le formazioni di raggiungere i rispettivi obiettivi e per questo i più maliziosi pensano che in campo non ci sarà il giusto agonismo. Nell’ultimo precedente giocato all’Olimpico, esattamente un anno fa, una Juventus già sicura del titolo venne a Roma con una formazione rimaneggiata e senza idee subendo una netta sconfitta per 3-1 in rimonta. Quella sera i giallorossi conquistarono tre punti pesantissimi per la corsa europea e tutti gli indizi lasciano pensare che il copione possa ripetersi anche oggi. La grande differenza rispetto alla scorsa stagione sta nel fatto che allora i bianconeri erano concentrati sulla finale di Cardiff e non avevano intenzione di sprecare energie mentre ora non ci sono impegni ad attenderli e distrarli.

Tra le file della Juventus ci saranno ben tre titolari che hanno indossato la maglia giallorossa: Szczeny, Pjanic e Benatia. Il centrocampista bosniaco è l’unico che ha fatto il percorso diretto Roma-Torino, non senza polemiche, mentre Szczesny e Benatia hanno fatto tappa rispettivamente a Londra (solo formalmente) e Monaco di Baviera. Per il portiere polacco sarà la prima partita da ex, mentre per il centrocampista bosniaco e il difensore marocchino sarà la seconda volta.

I precedenti di questa sfida dicono che la Roma tra le mura amiche è un osso molto duro per i Campioni d’Italia. Negli ultimi sei anni, tra la gestione Conte e Allegri, solo una volta la Juventus è riuscita ad espugnare l’Olimpico tra campionato e Coppa Italia. L’unica vittoria è arrivata al termine di una partita molto equilibrata, con un gol dell’ex Osvaldo allo scadere e il duo Pjanic-Benatia in campo per i giallorossi. La Juventus viene da una striscia di 12 risultati utili consecutivi lontani dallo Stadium (10 vittorie, 2 pareggi) e non ha intenzione di farla interrompere.

I dubbi di formazione per Allegri sono molti come sempre. Dalla conferenza stampa è emerso che Buffon lascerà spazio a Szczesny, la squalifica di Cuadrado (ormai adattato come terzino destro fisso) farà posto a Lichtsteiner e al centro del centrocampo dovrebbe tornare titolare Claudio Marchisio con la fascia da capitano.

Sugli spalti sono attesi come ogni anno tantissimi spettatori, intorno ai 55 mila, ma stavolta la rappresentanza della curva bianconera sarà minore del solito. Infatti molti gruppi organizzati hanno aderito alla protesta contro il costo del biglietto, considerato eccessivo, annunciando la loro assenza.

Piercarlo Cao

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home