Connect with us

home

Serie B, il programma: a parte l’Empoli, tutte le squadre si giocano molto

Si giocherà quasi interamente di sabato pomeriggio la terz’ultima giornata del campionato di serie B che, ancora oggi, propone una classifica particolarmente incerta sia in vetta, sia in coda.

Fatta eccezione per l’aritmetica promozione in serie A dell’Empoli, infatti, quasi tutte le squadre che compongono il torneo cadetto si stanno giocando qualcosa di importante.

Il Foggia crede ancora nel sogno play off e spera in un passo falso del Cittadella per giocarsi tutti in casa contro la Salernitana la settimana successiva, la Pro Vercelli non vuole arrendersi e sa bene che la trasferta del Picco di La Spezia è meno ostica del previsto dal momento che i liguri sono in caduta libera e non hanno più obiettivi, solo la Ternana potrebbe salutare anticipatamente la compagnia abdicando rispetto ad un calendario che definire proibitivo sarebbe quasi un eufemismo.

Anzitutto i fatti di casa nostra: sarà pur vero che la salvezza è oramai in tasca, ma i granata non faranno sconti e proveranno a chiudere il discorso a cospetto di una Virtus Entella che ha fatto decisamente peggio della passata stagione (quando con Breda cullò il sogno play off fino a marzo) e che a Salerno non potrà certo accontentarsi del pareggio dal momento che sette giorni dopo riceverà un Frosinone a caccia di punti per la promozione.

I ciociari, dal canto loro, sabato alle 15 torneranno a giocare davanti al pubblico amico e affronteranno quel Carpi che, in 9 contro 11, è stato l’ultimo a sbancare il Matusa prima del trasferimento allo Stirpe. Sulla carta non c’è storia e teoricamente può essere l’occasione giusta per scavalcare il Parma, impegnato nel derby di Cesena contro i romagnoli di Castori, sempre temibili tra le mura amiche e capaci di mettere in grossa difficoltà tutte le big del campionato.

Due le partite da cerchiare in rosso, entrambe interessanti per la zona retrocessione. Novara-Pescara sarà il bivio fondamentale per entrambe: se gli abruzzesi vincono potranno dirsi virtualmente salvi e avranno la possibilità di programmare con maggiore serenità la prossima stagione imparando dagli errori commessi quest’anno, se i piemontesi non dovessero portare a casa l’intera posta in palio il rischio play out sarebbe incombente, concreto come non mai.

Trema anche l’Avellino, cui cura Foscarini non ha sortito gli effetti sperati almeno in termini di risultati. Ad Ascoli sarà un’autentica finale anticipata, contro una squadra che a sua volta deve sfruttare il fattore casalingo e che Cosmi ha plasmato a sua immagine e somiglianza sopperendo con cuore, grinta e determinazione alle evidenti lacune tecniche.

La Cremonese, che non vince dal 22 gennaio, sarà di scena al Castellani, ma non potrà cullarsi sugli allori: l’Empoli di Andreazzoli non ha intenzione di regalare nulla e vuole chiudere il girone di ritorno da imbattuta per infrangere un nuovo record.

In Toscana mister Mandorlini ha raccolto l’unica gioia sulla panchina del Genoa: un anno fa, prima della bocciatura della società, espugnando Empoli mise in tasca tre punti decisivi per la salvezza, il suo sogno è quello di bissare l’impresa.

A Bari profumo di play off: i biancorossi di Grosso sembra abbiano accantonato il sogno promozione diretta, ma ci crederanno fino alla fine, il Perugia degli ultimi tempi sembra in forte calo e il pronostico è a favore dei padroni di casa.

Chiudono il quadro della quarantesima giornata Ternana-Palermo, Venezia-Foggia e Cittadella-Brescia.

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home