Connect with us

home

Napoli – Sarri: è addio. Le parole del Presidente De Laurentiis

A Napoli gelo tra Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri. Il presidente partenopeo ha parlato, praticamente a “reti unificate”,  e ha lanciato delle frecciate importanti al tecnico: “Ci siamo fermati perché non abbiamo più forze.

È finita la benzina perché hanno giocato sempre gli stessi. Se non avessimo avuto l’infortunio di Ghoulam non avremmo mai scoperto uno come Mario Rui”. Un’altra spina dolente è l’uscita dalle coppe europee: “Mi rimprovero di non avergli soffiato troppo nelle orecchie sull’importanza dell’Europa. Avrei dovuto insistere. Non le avrei mollate così, quelle dichiarazioni prima del Lipsia…”.

 

Il futuro è un’incognita, ma De Laurentiis non vuole certo pregare l’allenatore a restare: “Per me può restare, ma dipende da lui. Non mi sembra adesso il caso di insistere con lui, va lasciato lavorare tranquillo. Da gennaio gli ho parlato diverse volte, se alla fine vorrà rimanere per me sarà un grande piacere. Se qualcuno, poi, dovesse pagare la clausola rescissoria, a quel punto non potrei fare niente. Ma se lui volesse andare via a prescindere, significherebbe che non ha più motivazioni e dovrò prendere atto di questo. Attenzione, però, io non rinuncio ai miei diritti e quindi alla clausola. Sul rinnovo mi ha chiesto di aspettare”.

“Saremo forti anche senza di lui, il futuro non mi preoccupa, non abbiamo paura di andare avanti”, ha continuato il numero uno del Napoli. Quindi si lavora anche in caso di cambio in panchina: “Da ottobre stiamo valutando una serie di allenatori in giro per l’Europa. Abbiamo visto tecnici in Spagna, in Germania, in Francia, in Russia, in Inghilterra. In Italia con quel tipo di modulo gioca Giampaolo anche se spesso ha schierato il trequartista. Poi se uno volesse spingere per un rinnovatore, ci potrebbe essere Inzaghi della Lazio. A Spalletti ho pensato tre anni fa. Conte è un bel colonnello che non fa fiatare nessuno. Ho alternative valide”. E poi c’è sempre Rafa Benitez: “È una persona che non può stare lontano dalla moglie. Che a sua volta ha deciso di vivere vicino alle due figlie in Inghilterra. Quindi è giusto che non soffra questa lontananza”.

“CAMPIONATO FALSATO? NON CREDO”
“Campionato falsato dopo Inter-Juve? Io non credo. Sabato sono successe tante cose, perché ci possono essere state anche delle scelte dell’allenatore dell’Inter non condivisibili ad aver deciso il risultato… ultimi cinque minuti ha fatto due cambi, ha fatto uscire Icardi, i giocatori sono entrati a freddo e chi è entrato non ha mai la stessa tensione di chi esce?”. Sul Var? “Non è stato ben utilizzato o non è stato mai utilizzato ma ci sono anche partite precedenti che avrebbero potuto consegnarci non punti in più ma maggiore distacco rispetto agli altri. Ma non mi va che il Var venga messo sotto accusa perché sono e resto un suo sostenitore”.

loading...

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Di Roma Tre

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home