Connect with us

home

Il Real Madrid centra la terza finale consecutiva. Bayern eliminato. Finisce 2-2

La doppietta di Benzema è decisiva per il Real Madrid che conquista il pass per la sua terza finale di Champions consecutiva. Il Bayern lotta e non molla fino all’ultimo secondo, ma i gol di Kimmich e James Rodriguez non bastano per ribaltare il risultato dell’andata.

Il Real Madrid è nella storia. Grazie al pareggio per 2-2 contro il Bayern Monaco nella semifinale di ritorno, gli uomini di Zidane centrano la loro terza finale di Champions League consecutiva.

Decisiva una doppietta di Karim Benzema.

Emozioni forti sin dal calcio d’inizio: Sergio Ramos buca il cross di Müller, il pallone rimbalza su Tolisso e poi termina sui piedi di Kimmich (3′) che calcia di prima intenzione con il destro lasciando senza scampo Navas per il vantaggio del Bayern Monaco.

È lo stesso incipit della sfida con la Juventus ma questa volta il Real Madrid reagisce immediatamente: Marcelo supera in velocità Kimmich e mette palla sul secondo palo dove Benzema (11′), dopo il buco di Alaba, di testa trova la rete che lo rende il quinto miglior marcatore di sempre nella storia della Champions League.

Passata l’ondata iniziale, il ritmo cala leggermente ma le occasioni non mancano perchè l’assetto offensivo impostato da due allenatori costringe entrambe le squadre a giocare a viso aperto.

La più grande porta la firma degli uomini di Heynckes: Navas respinge il sinistro ad incrociare di Lewandowski e James (33′), dopo la sponda involontaria di Müller, cerca una deviazione volante che scheggia la traversa prima di terminare sul fondo.

Ulreich (39′) si salva deviando in angolo la violenta conclusione di Cristiano Ronaldo mentre sull’ultima azione del primo tempo i bavaresi protestano con Cakir per un mancato calcio di rigore dopo il tocco con la mano di Marcelo sul cross di Kimmich.

I rimpianti per il Bayern Monaco aumentano a dismisura ad inizio ripresa con l’incredibile errore di Ulreich. Il portiere tedesco, manca completamente il pallone sul retropassaggio di Tolisso, spianando la strada a Benzema che per realizzare il gol del 2-1 deve solo battere in velocità Hummels.

Trovato il vantaggio, il Real ha anche l’opportunità per chiudere subito il discorso qualificazione quando Modric trova sotto porta Cristiano Ronaldo (54′) ma il portoghese sbaglia manda alto sulla traversa calciando al volo con il destro.

Un errore che James Rodriguez (63′) non commette. Il colombiano prima colpisce Varane calciando di prima intenzione sul cross di Sule dopo di che raccoglie la palla vagante e batte in diagonale Navas.

Il gol del 2-2 dà il via ad un’altra partita, un confronto in cui il Bayern cerca di assediare la squadra di Zidane nella propria metà campo e in cui il grande protagonista diventa Keylor Navas.

Il portiere costarricense prima respinge la conclusione di James Rodriguez (75′) e poi devia in angolo il colpo di testa di Müller (79′): due parate che consegnano alle Merengues il biglietto per Kiev.

Giornalista Pubblicista, Direttore Responsabile di Momenti di Calcio. Appassionato di calcio e laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre

Click to comment

Rispondi




Serie A





I nostri partner…




Seguici anche su Radio Momenti di Calcio




Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi




Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home