Connect with us

editoriali

Sapevate che…. completare l’album delle Figurine Panini in Svizzera costa il triplo del Brasile?

Completare l’album di figurine dei prossimi mondiali di calcio? Un sogno per tutti i bambini, e non solo.

Ma per i bambini svizzeri rischia di essere un sogno ancora più caro. Secondo quanto messo in evidenza dall’economista Luciano Sobral di Banco Santander la differenza è consistente: si va dall’equivalente di 0,59 dollari a pacchetto in Brasile ad un massimo di 1,8 dollari in Svizzera.

In generale, i più penalizzati sono i Paesi dell’est Europa: i cittadini di Ungheria, Polonia e Romania sono costretti a sborsare circa il 40% in più di un americano medio.

Al contrario hanno più libertà di spesa i sudamericani: Cina, Messico, Argentina ed Ecador sono i Paesi dove, in rapporto sempre agli Usa, il pacchetto costa dal 30 al 40% in meno.

Brazil (BRL 2.00) 0.59
Ecuador (USD 0.70) 0.7
Argentina (ARS 15.00) 0.74
Mexico (MXN 14.00) 0.75
Chile (CLP 450) 0.75
Colombia (COP 2100) 0.76
Egypt (EGP 15.00) 0.85
Uruguay (UYU 24.00) 0.85
Peru (PEN 3.00) 0.93
United States (USD 1.00) 1
New Zealand (NZD 1.50) 1.08
Euro area (EUR 0.90) 1.11
United Kingdom (GBP 0.80) 1.12
Australia (AUD 1.50) 1.15
Canada (CAD 1.50) 1.18
Sweden (SEK 10.00) 1.18
Norway (NOK 10.00) 1.28
Turkey (TRY 5.25) 1.29
Denmark (DKK 8.00) 1.32
Russia (RUB 82.50) 1.35
Romania (RON 5.25) 1.38
Poland (PLN 4.75) 1.4
Hungary (HUF 375.00) 1.48
Switzerland (CHF 1.75) 1.8

Se riesci a a comprarne abbastanza da riempire una valigia in Brasile e portarla in Svizzera puoi realizzare un grande guadagno”.

Come spiegare il gap? “Non ci sono abbastanza dati per poter fare una valutazione. Una possibilità riguarda la posizione del mercato. Siccome il Brasile è un Paese grande, forse preferiscono guadagnare in termini di volume rispetto che sui sui margini. Cioé rendere le figurine più economiche per venderle a più persone”.

Alla base c’è prima di tutto una naturale correlazione con il prodotto interno lordo degli Stati – Paesi più ricchi tendono avere costi più alti e viceversa – e il diverso potere di acquisto.

Per motivi analoghi, ricorda il report, si utilizza a volte il cosddetto “indice Big Mac” per mettere a confronto i diversi poteri di acquisto tra vari i Paesi, comparando quindi il costo del panino in diversi Paesi.

L’indagine sulle figurine fa emergere che “la deviazione media delle figurine dai prezzi Usa è del 25,8%, simile a quella dei Big Mac (27,8%).

Comunque i prezzi dei Big Mac sono meglio correlati al prodotto interno lordo pro capite, che probabilmente riflette il maggiori impiego di lavoro locale nella preparazione del sandwich e le differenti strategia di prezzi di McDonald’s e Panini”.

fonte Repubblica.it

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in editoriali