Connect with us

home

La Lega ha detto si: le ultime due giornate si giocheranno in contemporanea

La Lega ha ormai deciso. Si giocheranno in contemporanea le partite di Juventus e Napoli nelle ultime due giornate.
E non solo.
Verranno programmati blocchi di gare allo stesso orario, in funzione dei diversi obiettivi di classifica: non solo per lo scudetto ma anche per la volata europea e per la salvezza.
La contemporaneità, prevista da regolamento solo nell’ultimo turno, verrà quindi estesa al penultimo.
Ciò significa che Roma-Juventus e Sampdoria-Napoli, in programma nella 37a giornata di campionato, si giocheranno entrambe alle 20.45 di domenica 13 maggio, in una serata che si annuncia densa di emozioni.
La richiesta del club di De Laurentiis, quindi, verrà accolta, anche se inizialmente il Napoli aveva provato a chiedere la contemporaneità delle ultime 4.
La Lega aspetta lo svolgimento delle partite del weekend per poter calendarizzare le ultime due giornate. Non a caso non erano state ancora definite le finestre televisive, proprio per avere mano libera ed evitare di «disturbare» i broadcaster.

In nome dei diritti tv si è quasi del tutto rinunciato alla contemporaneità, garantita per le ultime quattro giornate fino al 2008.
Nei campionati 2008-09 e 2009-10 venne limitata agli ultimi due turni, dal 2010-11 è rimasta solo per il turno finale.
A deciderlo le stesse società di Serie A, con l’obiettivo di ottimizzare i proventi televisivi concedendo alle emittenti il maggior numero possibile di “slot” singoli. D’altronde, siamo ormai da tempo nell’era del calcio-spezzatino e non ci si stupisce di nulla.
I diritti tv sono fonte di sostentamento per l’intero sistema: siamo arrivati a 1,2 miliardi di euro l’anno e dal prossimo ciclo che scatta nel 2018-19 ci si avvicinerà a quota 1,5 miliardi.
Con un grande punto di domanda, d’attualità proprio oggi: Mediapro dovrà presentare in giornata la fideiussione da 1 miliardo più Iva, dopo l’anticipo versato di 50 milioni più Iva, in assenza di un quadro certo sulla rivendita dei diritti acquistati, visto che il Tribunale di Milano ha sospeso il bando fino al 4 maggio su ricorso di Sky.

I club dipendono dalle tv e sono disposti a tutto, pure a spezzettare il campionato, per incassare il massimo, salvo poi lamentarsi per le presunte condizioni di sfavore/favore nel giocare prima o dopo il rivale di riferimento.
Basti pensare alle polemiche di Maurizio Sarri nel corso di questa stagione. Giusto per evitare di lamentarsi sempre del cortile di casa, è bene ricordare che anche in Premier League la contemporaneità è assicurata solo nell’ultima giornata.
Ma tant’è. Stavolta la Lega ha deciso di derogare al regolamento applicando la contemporaneità anche al penultimo turno. D’altronde, negli ultimi anni la volata-scudetto non è mai stata così incerta.
Fonte Gazzetta.it

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in home