Connect with us

calcio estero

Real Madrid – Barcellona: cos’è il “Pasillo”?

La grande Liga disputata dal Barcellona potrebbe finire in bellezza, con l’umiliazione dei rivali madrileni. La data che in Catalogna segnano sul calendario è quella del 6 maggio.

Ogni nazione ha una sua cultura con delle tradizioni diverse ed in Spagna esiste il “Pasillo”. L’usanza consiste in una passerella d’onore che viene tributata alla squadra avversaria fresca vincitrice del campionato.

Sono passati ben 30 anni dalla prima volta in cui una sfida tra i due giganti di Spagna fu teatro di un Pasillo. Era il 1988, il Real di Butragueno e Michel arrivò alla sfida del Camp Nou da campione di Spagna. I blaugrana accolsero gli avversari applaudendo in fila, prima di vincere il match 2-0. Da quel giorno ci furono altri due episodi. Nel 1991 i catalani, con in campo Laudrup e Pep Guardiola si presero la rivincita arrivando al Bernabeu con l’aritmetica certezza del titolo. L’ultimo pasillo invece è più recente e risale a 10 anni fa, nel 2008 (foto). Il Real vinse il titolo la giornata prima del Clasico e il Barcellona di Xavi e capitan Carles Puyol prima del match aspettò i blancos in campo per applaudirli. Gli unici giocatori che ancora vestono le rispettive maglie sono Messi, Marcelo e Sergio Ramos.

Quindi fino ad oggi ci sono tre precedenti, due dei quali a favore del Real. In realtà potevano essere di più perché la squadra di Zidane è arrivata all’ultimo classico giocato, quello di fine 2017, con in tasca il Mondiale per club. Stavolta però non ci fu nessuna passerella.

La Liga quest’anno è un discorso ormai chiuso, con la squadra di Valverde che aspetta soltanto la matematica certezza del 25esimo titolo nazionale per iniziare i festeggiamenti. Mancano sei giornate al termine del campionato ed i catalani, ancora imbattuti, hanno undici punti di vantaggio sull’Atletico. Insomma sono altissime le probabilità che il Barcellona arrivi al Clasico di inizio maggio al Camp Nou con il titolo assicurato. Cosa succederà? I tifosi di casa vorrebbero un tributo, però Mister Zidane è stato chiaro più volte: “Non ci sarà nessun pasillo”. Il Real Madrid si vuole risparmiare questa umiliazione e non seguirà la tradizione sottolineando tra l’altro che furono i loro rivali i primi a interromperla.

Fonte foto: Pinterest.co.uk

Piercarlo Cao

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in calcio estero