Connect with us

editoriali

Paradossi del calcio: il Benevento, che affare la retrocessione!!

Siamo sicuri che al Benevento dispiacerà la retrocessione in Serie B? Al cassiere della squadra sannita certamente no.
Dopo la sconfitta interna con la Juventus di domenica prossima solo la matematica tiene in vita i campani che pur vincendo le rimanenti 7 partite e accumulando 21 punti avrebbero qualche residua speranza di salvezza a 34 punti, dovendo confidare che le altre squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere (ad esempio Crotone e Verona, ora a 27 e 25 punti) non arrivino a quota 35.

Il Corriere.it ha fatto il punto della situazione economica della squadra e ha scoperto che retrocedendo in B, però, non tutti i mali verrebbero per nuocere al Benevento che risparmierebbe ben 15,8 milioni di euro che sarebbe la somma necessaria per i riscatti in caso di salvezza del club sannita.

Diversi sono stati, infatti, i giocatori presi in prestito per disputare la serie A.

Il conto più salato da saldare è Danilo Cataldi della Lazio : ben 6 milioni da versare a Lotito.

Segue, poi, Marco D’Alessandro, proprietà Atalanta, per il quale la squadra bergamasca incasserebbe 5 milioni di euro se il calciatore raggiunge le 20 presenze : finora ne ha disputate solo…16.

Il difensore Sandro costerebbe,  poi, altri 2,5 milioni di euro e Parigini un altro milione.

Il portiere-eroe Brignoli (ricordate il gol al 93° al Milan?) costerebbe  1,5 milioni di euro con la stessa clausola di D’Alessandro del raggiungimento delle 20 presenze : ma..non gioca praticamente  più.

Ill Sassuolo, invece, è già al sicuro: a fine anno riceverà dal Benevento 7 milioni per il riscatto di Iemmello e Antei con l’obbligo scattato al primo punto in A dei sanniti (caro è costato il gol al Milan….).

Facendo due conti, la Serie A del Benevento è costata circa 26 milioni di euro pagata con i diritti TV incassati per 25,9 milioni di euro.

Ma c’è di più perchè con la retrocessione i campani hanno diritto al premio ammortizzatore (alias cuscinetto) di 10 milioni di euro che sono da considerarsi, nel caso di specie, un extra inquanto non vi è necessità di attingervi.

In pratica, l’avventura nella massima serie – fallimentare sul rettangolo di gioco – si è rivelata un grande investimento perchè la società sannita incasserà, senza dover necessariamente spendere, i 10 milioni di euro del cuscinetto retrocessione.

Se questa norma del cuscinetto non verrà modificata il fenomeno delle squadre-ascensore non finirà mai!

 

 

 

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…


Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in editoriali