Connect with us

altri sport

OLIMPIADI INVERNALI, che caos: vento e gare rinviate, atleti contrariati

Le Olimpiadi invernali che si stanno disputando in Corea del Sud sono in preda ad una crisi di nervi: il vento forte sta costringendo gli organizzatori a rinviare le gare, gli spalti sono semivuoti e gli atleti sono arrabbiati e contrariati perchè con queste condizioni climatiche rischiano seriamente di farsi male.

Temperature polari (ieri si percepiva -31) con raffiche di vento così violente da spazzare via tutto quello che si trova nei paraggi e ttti ora a chiedersi se queste condizioni climatiche erano prevedibili o meno.

Gli organizzatori si difendono affermando che le Olimpiadi invernali non potevano certi disputarsi in un luogo di mare  mentre i loro contestatori, invece, fanno presente che un luogo che vede la presenza di così tante pale eoliche doveva lasciar riflettere che il vento potesse disturbare le gare.

Gli atleti si stanno arrabbiando: quattro anni di duro lavoro in allenamento, diete, preparazioni specifiche per giungere al top dell’avvenimento che potrà segnare la loro carriera rischia di andare in fumo perchè le gare vengono accorciate nei percorsi, rinviate a non si sa quando e soprattutto non si sa come saranno le piste quando si gareggerà.

La confusione regna sovrana e gli atleti pensano  a non farsi male: nella prova di slopestyle su 50 runs, ben 41 sono finite sulla schiena.

L’ americana Jamie Anderson, che ha vinto il titolo olimpico, pur cadendo, è contenta di non aver riportato guai fisici :  “Non sono orgogliosa della mia prova modesta, ho avuto un punteggio basso, 83, ma l’ unica cosa a cui ho puntato è stata restare viva in equilibrio. Ero pietrificata, mentre tu stai in aria, c’ è un tornado che ti sposta,” ha affermato a fine gara.

Il direttore di gara dello slopestyle, Roby Moresi, si difende: «Non potevo rinviare la finale un’ altra volta per il forte vento. Anche se nessuna delle 26 atlete è riuscita a mettere giù due run. Ammetto, non è stata una gara spettacolare per lo snowboard, ma in queste condizioni atmosferiche era inevitabile».

Tanti incidenti e cadute: Katie Ormerod si è rotta tallone e polso, Tess Coady i legamenti crociati.

Anna Gasser, caduta due volte , ha affermato: “Siamo sembrate ridicole, molto peggio di quello che siamo».

Più che Olimpiadi, una gara al massacro.

 

 

loading...

Click to comment

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



Le Dirette di Momenti di Calcio

La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in altri sport