Connect with us

editoriali

SE FUNZIONA COSì, ALLORA VAR…..REBBE LA PENA ELIMINARLA

L’episodio del rigore concesso e poi negato ieri sera alla Fiorentina -sconfitta per 2-0 in casa dalla Juventus – ripropone l’ennesimo dubbio sulla effettiva utilità del mezzo elettronico a sostegno delle decisioni dell’arbitro.

L’episodio del rigore concesso e poi negato ieri sera alla Fiorentina -sconfitta per 2-0 in casa dalla Juventus – ripropone l’ennesimo dubbio sulla effettiva utilità del mezzo elettronico a sostegno delle decisioni dell’arbitro.

I vertici arbitrali ci hanno spiegato che la VAR è un ausilio all’operato dell’arbitro e che serve ad eliminare ogni incertezza su gli episodi di gara anche se il meccanismo di funzionamento deve essere ancora perfezionato.

Ieri sera, però, a Firenze è successa una cosa che ne mette in dubbio l’effettiva utilità della VAR perchè l’arbitro Guida aveva concesso il rigore ai viola per un netto fallo di mano in area di Chiellini.

Poi, con Veretout sul dischetto del rigore e Buffon sulla linea di porta per ben 3 minuti e mezzo, succede il pastrocchio perchè gli arbitri designati al VAR avvertono il sig. Guida che l’autore del cross deviato di mano da Chiellini,ovvero Benassi,al momento di ricevere la palla da Simeone era in fuorigioco.

Nella fattispecie si verificano tre episodi chiarissimi e non discutibili per interpretazione:

1) Simeone, nel rubare palla a Alex Sandro non commette fallo;

2) Il difensore juventino, nel cadere per terra, tocca una prima volta fortuitamente il pallone e una seconda volontariamente per toglierla alla disponibilità viola ma, così facendo, passa la palla a Benassi che – pur essendo in fuorigioco- viene rimesso in gioco dal passaggio di Alex Sandro.

3) Chiellini tocca nettamente lapalla di mano sul cross di Benassi.

Tre episodi chiari e non interpretabili soprattutto se si considera che  la VAR non può entrare in gioco per valutare se il tocco di Alex Sandro per Benassi era volontario o meno.

E allora cosa è successo in quegli interminabili tre minuti e mezzo?

Perchè tutti quelli che hanno guardato le immagini al Var non ci hanno capito nulla e hanno indotto l’arbitro Guida a correggere una scelta esatta?

Perchè mai Guida non è andato a rivedere le immagini di persona?

Il dubbio rimane amletico e se qualcuno non si affretterà a spiegare se la VAR serve a correggere o a far sbagliare gli arbitri il calcio perderà di credibilità.

Vedere scene come di quella di Veretout colto dalle immagini TV con l’espressione schifata sul dischetto del rigore e Buffon saltellare per tre minuti e mezzo sulla linea di porta con tutti i giocatori schierati sulla linea dell’area di rigore somiglia tanto di scena del condannato a morte che sale sul patibolo col cappio al collo e poi gli viene detto che….abbiamo scherzato!

 

Foto tratta da : Calcio WEb

 

 

 

 

 

loading...

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: VAR: Fiorentina-Juventus, l'arbitro Guida promosso dai vertici arbitrali…e tanti saluti alla credibilità | momentidicalcio.com

Rispondi

Serie A


I nostri partner…

Ti Consigliamo…

Seguici anche su Radio Momenti di Calcio

Ascolta “Lo show di Momenti di Calcio” su Spreaker.

 

In Diretta, Tutti i lunedì dalle 18:15 cliccando QUI

Seguici su Facebook!

RSS Brevi Sport

Collabora con noi

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com

RSS Dal mondo

La nostra rubrica… Saranno Campioni?

Contattaci…

Contattaci al n. 3341942054 oppure scrivici a commerciale@momentidicalcio.com



La nostra rubrica: La Storia del Calcio

More in editoriali